Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Old Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

Logo Blia.it

Novità del sito: Accadimenti italiani sui quotidiani dell'epoca

  

Novità del sito: Primi esperimenti con la Carta d'Identità Elettronica (CIE)

 

West, Mae (New York 1893-Hollywood 1980) Attrice teatrale statunitense. Per il cinema interpretò Lady Lou (1933). 
West, Nathanael (New York 1903-El Centro, California 1940) Pseudonimo di Nathan Weinstein. Romanziere statunitense. Tra le opere Un milione tondo tondo (1934) e Il giorno della locusta (1939). 
Westermark, ségno di Immagine radiologica caratteristica dell'embolia polmonare. 
western, agg. e sm. invar. Genere letterario e cinematografico relativo al periodo della colonizzazione dei territori occidentali dell'America settentrionale (Far West, da cui deriva il termine). Nei primi libri J. F. Cooper e M. Twain descrissero il rapporto del pioniere con la natura, mentre successivamente O. Wister, Z. Grey e S. N. Lake scrissero dei personaggi celebri, come Buffalo Bill o Calamity Jane. Il genere era caratterizzato da temi quali la trasmigrazione verso ovest di carri, mandrie e cowboy, le battaglie tra militari e indiani e tra sceriffi e banditi, la costruzione della ferrovia, i cacciatori di taglie e la corsa all'oro. Con la nascita del cinema il genere ebbe un enorme successo. I registi dei primi film muti furono R. Barker, J. Cruze, T. H. Ince, E. S. Porter (L'assalto al treno, 1903) e K. Vidor (Billy the Kid, 1930). Un salto di qualità si ebbe dopo l'avvento del sonoro con film tra cui Ombre rosse (1939) e Rio Bravo (1950) di J. Ford, L'uomo del West (1940) di W. Wyler e Jess il bandito (1940) di H. King. Altri registi famosi di questo periodo, che andò fino all'inizio degli anni '70, sono H. Hawks, H. Hathaway, A. Mann, G. Stevens, J. Sturges, R. Walsh e F. Zinneman. Il genere subì una revisione critica negli anni '70 portando alla smitizzazione dell'eroe bianco e alla rivalutazione della cultura indiana. Opere fondamentali di questo periodo sono I professionisti (1966), Stringi i denti e vai (1975) di R. Brooks, Piccolo grande uomo (1970) di A. Penn, Soldato blu (1970) di R Nelson, Un uomo chiamato cavallo (1970) di E. Silverstein, Corvo rosso non avrai il mio scalpo (1972) di S. Pollack e la filmografia di S. Peckinpah. Dal 1964 venne inaugurato un cinema western italiano, lo spaghetti western, revisione in chiave ironica del modello americano. A questo filone appartengono Per un pugno di dollari (1964) e Gił la testa (1971) di S. Leone. 
Western (Kenya) Provincia (2.732.000 ab.) del Kenya occidentale. Capoluogo Kakamega. 
Western (Zambia) Provincia (607.000 ab.) dello Zambia nordoccidentale, capoluogo Mongu. 
Western Isles Regione amministrativa della Gran Bretagna, nella Scozia, formata dalle isole Ebridi Esterne. 
Westfalia Regione storica della Germania occidentale (20.000 km2), con capoluogo Münster, compresa nella Renania, tra il Reno, l'Olanda, il Weser e le regioni Ruhr e Assia. Le ricchezze naturali della regione hanno favorito un'imponente rete di vie di comunicazione e lo sviluppo dell'industria, localizzata principalmente nella Ruhr, ricca di miniere di carbone, ferro e rame. Vicino a Münster, nella vallata del Reno e in una parte della pianura settentrionale si trovano ricchi pascoli e zone coltivate a segale, patate e avena. Altri centri principali, oltre al capoluogo, sono: Dortmund, Bielefeld e Bochum. Appartenuta al ducato di Sassonia di Carlo Magno (VIII sec.) e ducato autonomo sotto Federico Barbarossa (1180), i vescovi di Colonia la amministrarono fino al 1803. Costituì il regno di Westfalia sotto Napoleone (1807-1813). Dopo il congresso di Vienna (1815) fu annessa alla Prussia. 
Pace di Westfalia 
I due trattati che posero fine alla guerra del Trent'anni (1618-1648) e che segnarono il declino dell'egemonia imperiale in Europa. I lavori iniziarono nel 1644, in due città della Westfalia, Münster (dove si riunirono le delegazioni cattoliche) e Osnabrück (dove si riunirono quelle protestanti). Il primo fu firmato il 6 agosto 1648 tra impero, Svezia e i principi protestanti tedeschi. Il secondo fu firmato da Francia e impero l'8 settembre dello stesso anno. In base ai trattati, la Francia riconfermò il possesso dei tre vescovadi di Toul, Metz e Verdun, di Pinerolo e ottenne l'Alsazia (esclusa Strasburgo); la Svezia ottenne la Pomerania occidentale, Brema, Stettino e il controllo degli estuari dei fiumi Oder, Elba, Weser e i porti nel Baltico e nel mare del Nord; la Spagna riconobbe l'indipendenza delle Provincie Unite e l'impero quella della Confederazione svizzera. Da questi mutamenti territoriali la Francia di Mazzarino risultò rafforzata mentre il prestigio dell'impero venne gravemente colpito. I trattati di Westfalia, ratificati nel 1649, posero quindi fine all'ultima grande guerra di religione e stabilirono un nuovo ordinamento internazionale europeo che si basava sul principio dell'equilibrio. 
Westfront Film drammatico, tedesco (1930). Regia di Georg Wilhelm Pabst. Interpreti: Fritz Kampers, Gustav Diessl, Hans Joackim Moebis. Titolo originale: Westfront 1918 
Westinghouse, George (Central Bridge 1846-New York 1914) Inventore e industriale statunitense, studiò a New York presso l'Union College e l'università di Schenectady. Deve la sua fama all'invenzione di un tipo di freni ad aria compressa per convogli ferroviari che in suo onore sono ancora chiamati freni Westinghouse. Oltre a perfezionare il proprio sistema frenante, trasformandolo in dispositivo automatico, l'ingegno di Westinghouse produsse numerosissime altre invenzioni, come i dispositivi di segnalazione ferroviaria, i sistemi per il trasporto del gas naturale e un rivoluzionario metodo di locomozione elettrica che utilizzava per la prima volta corrente alternata monofase ad alta tensione. La Westinghouse Electric Corporation, da lui fondata nel 1886, è ancora oggi una delle più potenti industrie per la produzione di apparecchiature elettriche ed elettrodomestici. 
Westmeath Contea (62.000 ab.) dell'Irlanda, nel Leinster settentrionale. Capoluogo Mullingar. 
Westminster Quartiere di Londra sul Tamigi celebre per l'abbazia (secc. XIII-XIV) e per la presenza di strutture governative (Buckinghm Palace, palazzo del parlamento). 
Statuto di Westminster 
Statuto che raccoglie l'insieme dei principi che regolano i rapporti fra gli stati britannici membri del Commonwealth. Fu approvato dal parlamento l'11 dicembre 1931. 
Westmoreland, William Childs (Spartanburg, Carolina del Sud 1914-) Generale americano. Dopo aver partecipato alla guerra di Corea assunse dal 1960 al 1964 il comando dell'accademia di West Point. Nello stesso anno partì per il Vietnam dove assunse il comando supremo delle forze statunitensi fino al 1968. 
Weston, Edward (Highland Park 1886-Carmel 1958) Fotografo statunitense. Fece delle celebri nature morte vegetali. 
Weygand, Maxime (Bruxelles 1867-Parigi 1965) Militare francese. Dal 1931 al 1935 e durante la seconda guerra mondiale fu comandante in capo dell'esercito e nel governo di Vichy fu ministro della difesa. Tra il 1942 e il 1945 fu internato dai tedeschi. 
Weyl, Hermann (Elmshorn 1885-Zurigo 1955) Matematico tedesco. Diede importanti contributi alla teoria dei numeri, alla teoria della relatività, alla meccanica quantistica e alla geometria differenziale. 
Weyrauch, Wolfgang (Königsberg 1907-Darmstadt 1980) Pseudonimo di Joseph Scherer. Poeta tedesco. Tra le opere Scritto sulla parete (1950) e Canto per non morire (1956). 
Wharton, Edith (New York 1862-Saint-Brice-sous-Forêt, Val d'Oise 1937) Scrittrice statunitense. Tra le opere La casa dell'allegria (1905) e Ethan Frome (1911). 
whatis In informatica è il nome di un comando del sistema operativo UNIX che permette di visualizzare una determinata pagina del manuale in linea. 
Wheatstone, Charles (Gloucester 1802-Parigi 1875) Fisico britannico. Studiò l'acustica, la teoria delle vibrazioni e l'ottica, ideando lo stereoscopio. Dallo studio dell'elettromagnetismo ottenne il primo telegrafo utilizzabile praticamente. Mise a punto uno strumento per la misurazione della resistenza, chiamato ponte di Wheatstone. Introdusse il termine reostato
<< indice >>