Enciclopedia

actinostèle, sf. Cilindro centrale o stele che si trova nelle radici e nei fusti di alcune felci. 
actinoterapìa, sf. Metodo che utilizza, a scopo di cura, raggi infrarossi e ultravioletti. 
actinoterapìa, sf. Metodo che utilizza, a scopo di cura, raggi infrarossi e ultravioletti. 
Action painting Movimento pittorico innovatore nato negli USA nel secondo dopoguerra. Fu così definito dal critico americano H. Rosenberg in un articolo apparso nel 1952 dal titolo American Action Painters (Pittori americani d'azione). Tra i principali rappresentanti della scuola: J. Pollock, che si servì della tecnica del dripping (colore fatto gocciolare sulla tela), F. Kline e W. de Kooning. L'influenza dell'Action painting si ritrova nelle successive manifestazioni artistiche del new dada e della pop-art. 
actionàrii Amministratori di complessi patrimoniali di beni di proprietà regia in vigore in epoca longobardo-franca. Erano nominati dal gastaldo e a lui dovevano rispondere della loro amministrazione. 
actomiosìna, sf. Complesso proteico formato dall'actina e dalla miosina che fornisce ai muscoli le proprietà contrattili. 
Acton, John Francis Edward (Besançon 1736-Palermo 1811) Uomo politico. Di origine inglese, fu primo ministro del regno di Napoli dal 1789 al 1804. 
Actor's Studio Scuola d'arte drammatica fondata a New York nel 1947. Basata sul metodo Stanislavskij ha formato diversi attori tra i quali Paul Newman e Marlon Brando. 
àctus, sm. invar. Misura di lunghezza in uso a Roma ed equivalente a 35,5 metri. 
acufène, sm. Disturbo sensoriale consistente nella percezione di suoni e rumori (generalmente soffi, fischi e ronzii) in assenza di stimoli sonori esterni, provocati da un'alterazione periferica interna o esterna che può essere congenita o acquisita. Purtroppo la cura degli acufeni non è cosa facile, anzi spesso ottiene scarsi risultati. I motivi sono da ricercare nella difficoltà di determinarne l'esatta causa, nell'irreversibilità del processo che li ha provocati, nell'assenza di farmaci veramente efficaci. Su molti farmaci esistono pareri discordi fra gli stessi specialisti, a riprova dell'estrema diversificazione del fenomeno. Esistono molti studi condotti su numeri limitati di pazienti che sembrano significativi, ma ripetuti su altri campioni non danno gli stessi risultati. Fra le cure impiegate si possono ricordare gli antidepressivi, i tranquillanti (come l'alprazolam), la vinpocetina e la vincamina (per il miglioramento della microcircolazione), la betaistina (disponibile in Europa, ma non ancora approvata dalla FDA americana) e fra i rimedi naturali il gingko. Altre terapie (vasodilatatori, diuretici, antistaminici) sembrano di minore efficacia e spesso in contraddizione fra di loro. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)