Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per provincia e giorno

Enciclopedia

blandìzia, sf. Allettamento, lusinga. 
blàndo, agg. 1 Non energico, tenue. ~ debole. <> energico. 2 Dolce. ~ carezzevole. <> rude. 
Blangìni, Giùseppe Màrco (Torino 1781-Parigi 1841) Cantante lirico e compositore. Trasferitosi a Parigi nel 1799 e dopo aver insegnato musica in diverse città della Francia e della Germania, nel 1816 tornò nella capitale francese per occupare una cattedra presso il Conservatorio parigino. 
blanquìsmo, sm. Corrente socialista derivata da Louis Auguste Blanqui. 
Blantyre Città (402.000 ab.) del Malawi, capoluogo del distretto omonimo. 
blaps, sm. invar. Genere di Insetti Coleotteri notturni, neri, di grandi dimensioni, della famiglia dei Tebrionidi che si nutrono di detriti. 
Blasco Ib´ez, Vicente (Valenza 1867-Mentone 1928) Romanziere spagnolo. Tra le opere, Fior di maggio (1895), Sangue e arena (1908) e I quattro cavalieri dell'Apocalisse (1916) che, ispirato alla prima guerra mondiale, è la sua opera più famosa. 
blasé, agg. invar. Indifferente, annoiato. ~ apatico, disincantato. <> sensibile. 
Blasétti, Alessàndro (Roma 1900-1987) Regista cinematografico. Tra i suoi film, 1860 (1933), Ettore Fieramosca (1938), La corona di ferro (1941), Quattro passi tra le nuvole (1942), Un giorno nella vita (1946), Prima comunione (1950), Altri tempi (1952), Europa di notte (1959), Io, io, io ... e gli altri (1966), Simon Bolivar (1969). 
blasfèmo, agg. Che costituisce bestemmia. ~ sacrilego. <> pio. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)