Enciclopedia

blàstula, sf. Stadio di sviluppo dell'uovo fecondato che segna la fine della segmentazione e in cui si ha la formazione di una specie di sfera cava limitata da una parete formata da un unico strato di blastomeri. 
blateràre, v. intr. Parlare a vanvera. ~ cianciare. 
blàtta, sf. Insetto (noto anche come scarafaggio, Blatta orientalis) della famiglia dei Blattidi e dell'ordine dei Blattari. Si trova generalmente nelle abitazioni e si nutre di residui di cibo. 
Blavatskij, Elena Petrovna (Ekaterinoslav 1831-Londra 1891) Studiosa ed esperta occultista, nel 1875 a New York, in collaborazione con il colonnello Henry Scott Olcott, fondò la Società teosofica. Nel 1879 la sede della società fu trasferita in India. Tra i suoi scritti di teosofia si ricordano: The Secret Doctrine (La dottrina segreta, 1888), The Key to Theosophy (La chiave della teosofia, 1890) e Theosophical GlÚssary (Glossario teosofico, 1891). 
Blazar Sigla, introdotta dall'astronomo E. Spiegel, che indica gli oggetti BL Lacertae per le analogie che hanno con le quasar. 
blazer, sm. invar. Giacca sportiva di lana blu, con bottoni metallici e, spesso, stemma sul taschino. 
Blèche Romanzo di P. Drieu La Rochelle (1928). 
Blechen, Karl (Kottbus 1798-Berlino 1840) Pittore tedesco. Tra le opere Ferriere a Eberswalde (ca. 1834, Berlino, Neue Nationalgalerie). 
blefarìte, sf. Infiammazione del bordo della palpebra. 
blefaro- Primo elemento di parole composte. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)