Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

bruìre, v. intr. Frusciare, emettere leggeri rumori, detto di pioggia, vento e simili. 
brzlé, agg. invar. Detto di vino bollito con spezie e zucchero, che si beve caldo. 
brulicàme, sm. Moltitudine di insetti brulicanti. 
brulicàre, v. intr. 1 Muoversi confusamente, detto di una moltitudine di insetti, persone. ~ formicolare. la folla brulicava nelle vie principali. 2 Pullulare. ~ vorticare. 
brulichìo, sm. Intenso brulicare. 
brùllo, agg. Spoglio di vegetazione. ~ riarso. <> rigoglioso. 
brulòtto, sm. Galleggiante carico di esplosivo destinato a far esplodere o incendiare le navi nemiche. 
brum, sm. invar. Sorta di carrozza pubblica. 
brùma, sf. Foschia, nebbia. ~ caligine, nebbiolina. 
brumàio, sm. Secondo mese del calendario repubblicano francese. 
brumàle, agg. Invernale, nebbioso. 
Brumàno Comune in provincia di Bergamo (78 ab., CAP 24037, TEL. 035). 
bruméggio, sm. Miscuglio della pulitura del pesce e di avanzi di cibo, utilizzato dai pescatori per attirare il pesce. 
brumìsta, sm. (pl.-i) Vetturino di piazza. ~ cocchiere. 
brumóso, agg. Fosco di bruma. ~ annebbiato, caliginoso, nebbioso. <> limpido, terso. 
brunàstro, agg. Che tende al bruno. 
Brunàte Comune in provincia di Como (1.761 ab., CAP 22034, TEL. 031). 
brunch, sm. invar. Pasto della tarda mattinata, costituito da una prima colazione ricca e variata, in grado di sostituire il pranzo. 
Brunechìlde (534?-613) Nel 567 sposò Sigeberto I d'Austrasia, e dal 575 resse il trono per il figlio Tildeberto II. Combatté aspramente contro il regno di Neustria, il cui re Clotario II la uccise. 
Brunei Sultanato indipendente (1984) costituito da due piccoli territori lungo la costa settentrionale dell'isola del Borneo, divisi dal territorio di Sarawak; i due territori si affacciano a nord sul Mar Cinese meridionale. 
La costa è spesso paludosa mentre il retroterra è montuoso con una zona coltivata ai piedi della Crocker Range. 
La popolazione è composta in prevalenza da malesi (70%) cinesi (17%) ed europei; presenti all'interno alcune tribù autoctone (fra cui i famosi tagliatori di teste, i daiacchi). 
I centri principali sono: Bandar Seri Begawan (già Brunei Town, 60.000 ab.), l'attuale capitale, e Kuala Belait. 
L'economia è basata sull'agricoltura (caucciù, riso e banane), sullo sfruttamento delle foreste (legname), sull'allevamento (in particolare di bufali) e sulla pesca. Notevoli i giacimenti di petrolio. 
Abitanti-285.000 
Superficie-5.770 km2 
Densità-49,4 ab./km2 
Capitale-Bandar Seri Begawan 
Governo-Monarchia assoluta (sultanato) 
Moneta-Dollaro di Brunei 
Lingua-Malese, inglese, cinese 
Religione-Musulmana, con minoranze buddhiste e cristiane 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)