Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Brùto, Lùcio Giùnio détto il Maggióre (sec. VI a. C.) Politico romano. Nipote di Tarquinio il Superbo, provocò la sua caduta vendicando Lucrezia, che era stata oltraggiata dal figlio del tiranno. Nel 509 fu eletto console della repubblica insieme a Collatino. Morì duellando con Aronte, figlio di Tarquinio. 
Brùto, Màrco Giùnio (Roma 85 a. C.-Filippi 42 a. C.) Politico e oratore romano, seguace dello stoicismo, nipote di Catone Uticense. Figlio adottivo di Cesare, questi gli destinò il governo della Gallia Cisalpina. Insieme a Cassio fu a capo della congiura che causò la morte di Cesare. Partigiano di Pompeo, subì la sconfitta da Antonio e Ottaviano nella battaglia di Filippi (42 a. C.), in seguito alla quale si uccise. La sua figura è stata spesso celebrata nella letteratura (personaggio del Giulio Cesare di Shakespeare e del Bruto minore di Leopardi, protagonista del Bruto dell'Alfieri). 
brùtta, sf. Brutta copia, minuta. ~ brogliaccio. <> bella. 
bruttàre, v. tr. 1 Imbrattare, sporcare. ~ lordare. 2 Traviare, corrompere. ~ pervertire. 
bruttézza, sf. L'essere brutto. ~ repellenza. <> bellezza, beltà. 
brùtto, agg. e sm. agg. 1 Di aspetto sgradevole. ~ sgraziato. <> leggiadro. brutto come il peccato. 2 Cattivo. ~ riprovevole. <> buono, comprensivo. 3 Sfavorevole, negativo. ~ inopportuno. <> lieto. una brutta annata per il vino. 4 Che reca danno o molestia. quel tipo un brutto ceffo, è losco. 
sm. 1 Persona brutta. 2 Cattive condizioni atmosferiche. ~ maltempo. 
Brutto anatroccolo, Il Favola di H. Ch. Andersen contenuta nella raccolta Fiabe (1835-1872). 
bruttùra, sf. 1 Cosa brutta; sudiciume, sozzura. ~ orrore. <> meraviglia. 2 Azione moralmente riprovevole. ~ turpitudine. 
Brutus Opera di retorica di M. T. Cicerone (46 a. C.). 
Bruxelles Capitale del Belgio (980.000 ab.), capoluogo della provincia del Brabante, adagiata sulle rive del fiume Senne. Mentre i quartieri della riva sinistra sono in pianura, quelli della riva destra sono sulle digradanti colline del Brabante, ricoperte di boschi. Il profilo della città antica è evidenziato da ampi viali alberati che hanno sostituito, nel secolo scorso, la cerchia di mura medievali; lo sviluppo successivo della città ha fatto crescere nuovi quartieri al di là dei boulevards. L'ammodernamento della città è iniziato nel secondo dopoguerra con l'insediamento di industrie meccaniche, chimiche, tessili, automobilistiche, alimentari e con la creazione delle sedi di molti organismi internazionali (NATO, Unione Europea). La bella e famosa Grand-Place rappresenta il centro della città; qui si trovano notevoli palazzi, quali l'Hôtel de Ville (gotico, con la caratteristica torre di guardia) e la Maison du Roi, un tempo mercato del pane; altri edifici sono posti in prossimità della Place Royale (biblioteca, Museo Reale delle Belle Arti, Museo di Arte Moderna, palazzo delle Accademie). L'architettura religiosa è felicemente rappresentata dalla cattedrale dei Santi Michele e Gudula e dalla chiesa di Notre-Dame de la Chapelle. In stile Art Nouveau sono la casa Tassel, Frison e Solvay di V. Horta, e il palazzo Stoclet, di J. Hoffmann, che contiene mosaici di G. Klimt. La città sorse nel VII sec., sulle vie di accesso alle Fiandre e nel XII sec. era già uno dei principali centri del commercio europeo dei panni in lana, lino e arazzi; fu la sede abituale dei duchi di Brabante che la scelsero come residenza nella seconda metà del XIV sec. Dopo l'annessione del ducato dei Brabante al ducato di Borgogna (1430), Bruxelles diventò capitale dei Paesi Bassi. Fu annessa all'Austria nel 1793 e i francesi la occuparono dal 1794 al 1815; originò da qui il moto rivoluzionario che valse al Belgio l'indipendenza (1830). 
Bruzòlo Comune in provincia di Torino (1.323 ab., CAP 10050, TEL. 011). 
Bruzzàno Zeffìrio Comune in provincia di Reggio Calabria (1.842 ab., CAP 89030, TEL. 0964). 
brùzzo, o brùzzolo, sm. Chiarore che si diffonde prima dell'alba e al crepuscolo. 
Brynner, Yul (Sakalin 1915-New York 1985) Attore cinematografico statunitense. Interpretò Il re ed io (1956), I fratelli Karamazov (1958) e I magnifici sette (1960). 
BSCS Sigla di Biological Sciences Curriculum Study (programma di studio di scienze biologiche). 
BSD In informatica è la sigla di Berkeley Software Distribution. Si tratta di una versione del sistema operativo UNIX. 
BST Sigla di British Standard Time (tempo ufficiale britannico). 
BT Sigla di Bassa Tensione e di Buono del tesoro. 
BTE Sigla di Buono del Tesoro in Euroscudi. 
BTN Sigla di Buono del Tesoro Novennale. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)