Enciclopedia

camuffàre, v. v. tr. 1 Travestire. ~ mascherare. <> smascherare. 2 Nascondere. ~ dissimulare. 
v. rifl. 1 Travestirsi, mascherarsi. ~ trasformarsi. 2 Nascondersi. ~ fingersi. <> rivelarsi. 
Camugnàno Comune in provincia di Bologna (2.086 ab., CAP 40032, TEL. 0534). 
camùni Nome degli antichi abitanti della Valcamonica, di origine retica o euganea. La loro presenza è testimoniata anche da numerose incisioni, particolarmente numerose nei pressi di Luine, dove sono state scoperte le raffigurazioni naturalistiche più arcaiche, e a Capo di Monte (Naquane, Zurla, Cimbergo). 
camùno, agg. e sm. agg. 1 Della Valcamonica. 2 Dell'antica popolazione che abitava la Valcamonica. 
sm. Abitante, nativo della Valcamonica. 
Camus, Albert (Mondovi, Algeria 1913-Villeblevin, Yonne 1960) Romanziere e saggista francese. Dopo una infanzia difficile e povera, costretto a interrompere gli studi per malattia, si dedicò al teatro e poi al giornalismo. Partecipò alla resistenza francese collaborando contemporaneamente alla redazione del quotidiano parigino Combat (1943). Attraverso un lungo percorso umano e artistico, elaborò la sua filosofia dell'uomo in rivolta. Scrisse opere di narrativa, come Lo straniero (1942) sul tema dell'assurdo della condizione umana; La peste (1947), romanzo che è un'allegoria della guerra e del nazismo e che segna il passaggio a un nuovo umanesimo; L'esilio e il regno (1957), La caduta (1956); opere teatrali, come Il malinteso (1944), Caligola (1945), Stato d'assedio (1948), I giusti (1950); e saggi, come Il mito di Sisifo (1942) e L'uomo in rivolta (1951). Ricevette il premio Nobel per la letteratura nel 1957. 
camùso, agg. Si dice di naso schiacciato e, per estensione, di persona con un naso siffatto. ~ rincagnato. <> grande, importante. 

 
indice      
CAN Sigla di Commissione Arbitri Nazionali. 
can, sm. 
Forma italianizzata di khan. 
Can Tho Città (182.000 ab.) del Viet Nam, nella Cocincina. 
Canaan Personaggio biblico. Figlio di Cam e nipote di Noè. Cam fu maledetto quandò sorprese il padre Noè ubriaco e la maledizione ricadde anche su Canaan. È considerato capostipite eponimo dei cananei, termine che identifica secondo gli studiosi le popolazioni semite che intorno al 3000 a. C. occuparono la terra di Canaan (Palestina e Fenicia). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)