Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per provincia e giorno

Enciclopedia

Candiàna Comune in provincia di Padova (2.386 ab., CAP 35020, TEL. 049). 
candid camera, loc. sost. f. invar. Ripresa televisiva o cinematografica realizzata all'insaputa delle persone che ne sono oggetto. 
càndida, sf. Genere di miceti che provoca manifestazioni a livello cutaneo, mucoso e sistemico nell'organismo umano. Nei soggetti sani è difficilmente riscontrabile sulla superficie cutanea, mentre è sempre presente nelle feci e nelle mucose del cavo orale e della vagina. L'infezione causata da tali funghi (candidosi) è abitualmente infettiva. Spesso può anche essere sintomo di diabete mellito. I miceti penetrano nell'organismo utilizzando una ferita non perfettamente disinfettata. Nei bambini, è molto frequente la candidosi delle mucose orali, più nota con il nome di mughetto. Eliminate le cause dell'infezione, è possibile curarla mediante terapie antimicotiche. 
Càndida (geografia) Comune in provincia di Avellino (1.042 ab., CAP 83040, TEL. 0825). 
Candida (letteratura) Commedia di G. B. Shaw (1895). 
candidaménte, avv. Con candore, ingenuità. ~ schiettamente, spontaneamente. <> scaltramente, maliziosamente. 
candidàre, v. v. tr. Proporre come candidato a una carica qualcuno. 
v. intr. pron. Proporsi come candidato. ~ presentarsi. 
candidàto, sm. 1 Chi aspira a una carica pubblica o amministrativa. ~ concorrente. 2 Chi si presenta a sostenere una prova d'esame. ~ esaminando. 
candidatùra, sf. Presentazione proposta di una persona perché sia scelta a coprire una carica o un ufficio, specialmente elettivi. 
candidézza, sf. Qualità di ciò che è candido. ~ purezza. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)