Enciclopedia

Canòsio Comune in provincia di Cuneo (106 ab., CAP 12020, TEL. 0171). 
Canòssa Comune in provincia di Reggio Emilia (3.329 ab., CAP 42026, TEL. 0522). 
canottàggio, sm. Attività sportiva nautica eseguita con apposite imbarcazioni a remi da un atleta o da un equipaggio. Il canottaggio moderno risale ai primi dell'800, quando, in Gran Bretagna, incominciarono a essere organizzate le prime gare. Le gare vengono condotte su superfici d'acqua, denominate campi di regata, entro un tracciato rettilineo lungo 2.000 m; la distanza minima tra gli armi deve essere di 15 m. Le specialità olimpiche di canottaggio sono singolo, doppio, due con, due senza, quattro con, quattro senza, quattro di coppia, otto. Recentemente è stata introdotta anche la distinzione fra equipaggi normali e equipaggi leggeri (considerando cioè il peso degli atleti). 
canottièra, sf. 1 Maglietta di lana o di cotone, scollata e senza maniche, simile a quelle portate dai canottieri. 2 Cappello di paglia pesante con un nastro annodato su un lato. 
canottière, sm. 1 Chi pratica il canottaggio. 2 Membro dell'equipaggio di un canotto. 
canòtto, sm. Piccola imbarcazione. ~ gommone. 
Canòva, Antònio (Possagno, Treviso 1757-Venezia 1822) Il più celebre scultore europeo dell'età neoclassica, influenzò la scultura dell'inizio del XIX sec. Dopo aver iniziato la sua attività a Venezia, nel 1781 si trasferì a Roma. Le sue opere neoclassiche, profondamente permeate dello spirito degli antichi, gli valsero grande celebrità, tanto da attirarsi le simpatie prima dei papi (1783-1784) poi anche di Napoleone (1803-1806), per il quale lavorò a Parigi. Canova interpretò al più alto livello l'aspirazione alla rinascita dell'arte antica e al bello. L'idealizzazione è ottenuta con la sapienza compositiva, con un'estrema finitezza formale, con l'equilibrio delle masse e l'uso del materiale classico per eccellenza, il marmo bianco, che esalta particolarmente le figure femminili create dall'artista. Numerosissime le opere da lui eseguite; tra le più famose Dedalo e Icaro (1777-1779, Venezia, Museo Corrèr), Amore e Psiche che si abbracciano (1787-1793, Parigi, Louvre), monumento a Clemente XIII (1792, Roma, San Pietro), monumento funebre di Maria Cristina d'Austria (1798-1805, Vienna, Augustinerkirche), Paolina Borghese (1804-1807, Roma, Galleria Borghese), Napoleone come Marte pacificatore (1803-1806, Londra, Apsley House), Monumento a Vittorio Alfieri (1806-1810, Firenze, Santa Croce), Le Grazie (1813, San Pietroburgo, Museo dell'Ermitage), Ebe (1816-1817, Forlì, Pinacoteca comunale). 
canovàccio, sm. 1 Panno grossolano di canapa usato nei servizi di cucina. ~ strofinaccio. 2 Tela di canapa a trama molto rada su cui si ricama. 3 Trama scritta di un'azione drammatica nella quale mancano ancora i dialoghi che saranno stesi più tardi. ~ schema, bozza. <> stesura. la Commedia dell'Arte si basava sul canovaccio
Cansàno Comune in provincia di L'Aquila (357 ab., CAP 67030, TEL. 0864). 
cansàre, v. v. tr. Scansare. ~ evitare 
v. rifl. Mettersi in salvo. ~ allontanarsi. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)