Novità del sito: Mappe antiche

chiappàre, v. tr. 1 Acciuffare, prendere. ~ afferrare. 2 Raggiungere. 3 Prendere alla sprovvista. ~ sorprendere. 
chiapparèllo, o chiapperèllo, sm. Trappola tesa per gioco. 
Chiappèlli, Frèdi (Firenze 1921-) Critico letterario italiano. Figura rappresentativa della critica linguistico-stilistica. Tra le sue opere: Studi sul linguaggio del Tasso epico (1957), Machiavelli e la lingua fiorentina (1974) e Poe legge Manzoni (1987). 
chiappìno, sm. Oggetto utilizzato per afferrare ~ presa. 
Chiàppori, Alfrédo (Lecco 1943-) Disegnatore italiano. Esordì nel 1970 con Up al quale fece seguire Il Belpaese, Padroni e padrini e Il Belpaese si diverte. Ha collaborato con Linus, Panorama e Il corriere della sera con tavole di satira politica e sociale. 
chiàra, sf. Albume dell'uovo crudo. 
Chiàra di Assìsi (Assisi 1193-1253) Santa. Fondò l'ordine delle clarisse (secondo francescano) che si ispirava all'assoluta povertà. 
Chiàra, Pièro (Luino 1913-Varese 1986) Scrittore. Tra le opere La spartizione (1964) e La stanza del vescovo (1976). 
chiaraménte, avv. In modo intelligibile o esplicito. ~ esplicitamente, palesemente. <> confusamente, vagamente. 
Chiaramónti Comune in provincia di Sassari (1.997 ab., CAP 07030, TEL. 079). 
Chiaràno Comune in provincia di Treviso (3.028 ab., CAP 31040, TEL. 0422). 
chiaràta, sf. Chiara d'uovo sbattuta, usata in cucina o come rimedio empirico per contusioni, scottature e simili. 
Chiaravàlle Comune in provincia di Ancona (13.813 ab., CAP 60033, TEL. 071). Centro industriale sul fiume Esino. Vi si trova l'abbazia di Santa Maria in Castagnola, del XII sec., in stile gotico cistercense. Gli abitanti sono detti Chiaravallesi
Chiaravàlle Centràle Comune in provincia di Catanzaro (7.711 ab., CAP 88064, TEL. 0967). 
Chiaravàlle Milanése Sobborgo nella parte sud-est di Milano sorto in corrispondenza dell'abbazia fondata da San Bernardo nel 1135. 
chiarèa, sf. Bevanda medicinale a base di vino, zucchero e droghe. 
chiareggiàre, v. v. tr. Rendere chiaro. 
v. intr. Divenire chiaro del cielo. 
chiarèlla, sf. Imperfezione dovuta a mancanza di trama in una pezza di stoffa. 
Chiarèlli, Luìgi (Trani 1880-Roma 1947) Commediografo. Tra le opere La maschera e il volto (1916). 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)