Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

comùne, agg., sm. e sf. agg. 1 Che è di tutti o si riferisce a tutti. ~ generale, collettivo, pubblico. <> individuale, privato. 2 Proprio della maggioranza. ~ collegiale, generale. <> individuale, singolo. 3 Che riguarda un gruppo stretto di persone o cose. 4 Usuale. ~ abituale. <> anomalo. 5 Cordiale, imparziale. 6 Dozzinale. ~ ordinario. <> fine. 
sm. 1 Ente territoriale autonomo nella cerchia dei principi stabiliti dalle leggi generali della repubblica, che ne regolano le funzioni. 2 Normalità. ~ regola. 3 Marinaio semplice della marina da guerra. 
sf. In un ambiente scenico chiuso, la porta che si finge comunichi con l'esterno. 
Comùne di Parìgi Governo rivoluzionario formatosi a Parigi dal 18 marzo al 28 maggio 1871. In seguito alla sconfitta nella guerra con la Prussia e all'incapacità del governo di controllare la situazione politica, militare ed economica nel Paese, si scatenarono forze rivoluzionarie contrarie al governo di A. Thiers e all'assemblea nazionale. Il governo si rifugiò a Versailles, lasciando la città al controllo del comitato centrale della guardia nazionale che fu affiancato dal consiglio generale della Comune, proclamato il 28 marzo. L'esperienza durò poco; a causa delle divergenze interne e dell'isolamento dal resto del paese, si verificarono sanguinosi scontri (20.000 comunardi rimasero uccisi), poi le truppe governative guidate da E. P. Mac-Mahon riuscirono a ristabilire l'ordine nel giro di una settimana. Seguì una repressione sanguinosissima con deportazioni, condanne a morte e fucilazioni. 
comunèlla, sf. 1 Accordo tra persone aventi lo stesso chiaro scopo. 2 Chiave che apre tutte le porte di un albergo. 
comuneménte, avv. 1 Generalmente, di solito. ~ abitualmente. 2 In comune. ~ insieme. 3 Banalmente. ~ ordinariamente. 
comunicàbile, agg. Che può essere comunicato. 
comunicabilità, sf. L'essere comunicabile. 
comunicàndo, sm. Chi sta per ricevere l'Eucarestia. 
comunicànte, agg., sm. e sf. agg. Che comunica. 
sm. Chi amministra l'Eucarestia. 
sm. e sf. Chi si comunica. 
comunicàre, v. v. tr. 1 Far sapere. ~ divulgare. <> celare, tacere. riuscý pur con grande fatica a comunicarle ci˛ che stava provando in quei momenti felici. 2 Amministrare la comunione. il sacerdote comunica i fedeli presenti alla Messa
v. intr. 1 Essere in rapporto con qualcuno. 2 Essere in comunicazione. ~ corrispondere. non aveva alcuna possibilitÓ di comunicare in quello stato di isolamento
v. intr. pron. 1 Propagarsi. ~ trasmettersi. un senso di frustrazione si comunic˛ fra i reparti pi¨ avanzati. 2 Ricevere l'eucarestia. 
comunicatìva, sf. Naturale facilità a comunicare con gli altri. ~ espansività. <> chiusura. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)