Enciclopedia

demoralizzàre, v. v. tr. Deprimere il morale di qualcuno; scoraggiare. ~ avvilire, frustrare. <> confortare, incoraggiare. 
v. intr. pron. Scoraggiarsi. ~ abbattersi. <> rincuorarsi. 
demoralizzàto, agg. Avvilito, scoraggiato. ~ abbattuto. <> rianimato, rincuorato. 
demoralizzazióne, sf. Il demoralizzare, il demoralizzarsi, lo stato d'animo di chi è demoralizzato. ~ abbattimento, avvilimento. 
demòrdere, v. intr. Rinunciare, cedere. ~ desistere. 
demoscopìa, sf. Rilevazione e analisi degli orientamenti dell'opinione pubblica su determinati argomenti. 
demoscòpico, agg. (pl. m.-ci) Relativo alla demoscopia. 
Demospònge Classe del regno animale, del tipo dei Poriferi, sottoregno dei Metazoi, denominate anche spugne cornee. Vi appartiene la comune spugna da bagno; sono organismi che vivono in colonia e hanno spicole silicee e cornee. 
Demòstene (Atene 384-Calauria 322 a. C.) Oratore e uomo politico greco, fu difensore della libertà di Atene e della Grecia. Costituì una coalizione di città greche contro Filippo il Macedone, che fu oggetto delle quattro Filippiche (350-341) e delle tre Olintiache (351-348). Capo del partito dirigente, difese Ctesifonte con l'orazione Per la corona (330). Costretto all'esilio, perché coinvolto nello scandalo di Arpalo, rientrò in patria in seguito alla morte di Alessandro e ricoprì un ruolo importante nella rivolta contro Antipatro. Si uccise per non essere catturato dai nemici, dopo la sconfitta di Atene (322). 
Demostene 
(?-413 a. C.) Generale ateniese. Ebbe un ruolo importante nella guerra del Peloponneso. 
demòtico, agg. (pl. m.-ci) Popolare. 
demotìsmo, sm. Voce o locuzione di origine popolare. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)