Novità del sito: Elezioni politiche, i candidati (con relativo curriculum) del tuo collegio

Enciclopedia

Diàvolo di Tènda, pìzzo dél Cima (2.914 m) tra le valli Brembana e Seriana, nelle Alpi Orobie. 
Diavolo è femmina, Il Film commedia, americano (1935). Regia di George Cukor. Interpreti: Katharine Hepburn, Cary Grant. Titolo originale: Sylvia Scarlett 
Diavolo in corpo, Il Romanzo di R. Radiguet (1923). L'autore iniziò la composizione di quest'opera, che rientra nel genere dei romanzi psicologici, all'età di soli sedici anni. Il romanzo racconta una storia d'amore proibito, senza lieto fine: durante la prima guerra mondiale un adolescente, Jacques, diviene l'amante di Marthe, una giovane donna sposata il cui marito è al fronte. Come dirà l'autore, il libro rappresenta la libertà e la mancanza di attività, dovute alla guerra, che formano un giovane e uccidono una giovane. Davanti alle responsabilità che dovrebbe assumersi, appare chiaro che l'eroe non è ancora maturo, mentre Marthe si ammala e muore. Il marito tornato dal fronte alleverà il bambino che non è il suo. La vicenda è raccontata in prima persona dal protagonista e il tono, in bilico tra innocenza e trasgressione, rispecchia i turbamenti di un'età ingrata. Claude Autant-Lara ne ricavò un film nel 1947. 
Diavolo in corpo, Il 
Film drammatico, francese (1947). Regia di Claude Autant-Lara. Interpreti: Grard Philipe, Micheline Presle, Denise Grey. Titolo originale: Le diable au corps 
diàvolo orsìno, sm. Nome volgare del cophylus harrisi, marsupiale comune in Tasmania e per questo detto anche diavolo di Tasmania. 
Diavolo probabilmente, Il Film drammatico, francese (1977). Regia di Robert Bresson. Interpreti: Antoine Monnier, Tina Irissari, Laetitia Carfano. Titolo originale: Le diable probablement 
diàvolo spinóso, sm. Nome volgare del moloch horridus, piccolo rettile lacertile che vive nei deserti sabbiosi dell'Australia occidentale e meridionale con una lunghezza che va dai 18 ai 22 cm e corpo ricoperto di grosse spine. 
Diavolo zoppo, Il Romanzo di A. R. Lesage (1707). 
Diaz del Castillo, Bernal (Medina del Campo 1492-Città del Messico 1581?) Cronachista. Tra le opere Vera storia della conquista della Nuova Spagna (1632). 
Dìaz, Armàndo (Napoli 1861-Roma 1928) Militare, capo dell'ufficio operazioni del comando supremo. Durante la prima guerra mondiale sostituì L. Cadorna in seguito alla disfatta di Caporetto (1917), conducendo l'esercito alle vittorie di Piave e di Vittorio Veneto. Fu nominato ministro della guerra nel primo ministero di Mussolini (1922-1924) e fu insignito del titolo di Duca della Vittoria. 
Dìaz, Bartolomeo (Algarve 1450 ca.-Atlantico meridionale 1500) Navigatore portoghese. Nel 1488 aprì la via per l'India passando per la prima volta il Capo delle Tempeste (oggi detto di Buona Speranza). 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)