Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

Ditirambo della rosa Dramma di A. Sikelianos (1932). 
ditìsco, sm. Genere di Insetti coleotteri (Dytiscus), il cui principale esponente è il Dytiscus marginalis, lungo quasi 4 cm, di forma ovale e di colore verde-giallastro. Vola di notte ed è buon nuotatore. Le larve sono note per la loro voracità. 
dìto, sm. (pl. dita) 1 Parte estrema, articolata e mobile con la quale terminano mani e piedi. 2 Cosa la cui forma richiama quella del dito. 3 Parte del guanto che riveste il dito. 4 Misura o quantità pari a circa la larghezza di un dito. 
[plurale: i diti (considerati distintamente l'uno dall'altro), le dita (considerate nel loro insieme)]
Dito nell'occhio, Il Commedia di D. Fo (1953). 
dìtola, sf. Fungo (Ramaria aurea) della famiglia delle Claviriacee e della classe dei Basidiomiceti. Commestibile. 
ditóne, sm. 1 Accrescitivo di dito. 2 Alluce. 
ditrochèo, sm. Sequenza di due trochei, a volte considerata come unità metrica indivisibile. 
dìtta, sf. Titolo di un'impresa industriale e commerciale e l'impresa stessa. ~ impresa. 
dittàfono, sm. Apparecchio provvisto di altoparlante che si usa negli uffici per comunicare da una stanza all'altra. 
Dittàino Fiume (81 km) della Sicilia orientale. Nasce dai Monti Erei e confluisce nel Simeto. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)