Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Dodicesima notte, La Dramma di W. Shakespeare (1599-1600). 
dodicèsimo, agg. e sm. agg. num. ord. Che occupa il numero dodici in una sequenza. 
sm. Ciascuna delle dodici parti uguali in cui è suddivisa un'unità. 
dódici, agg. e sm. agg. num. card. invar. Che è composto di dieci unità più due. 
sm. invar. 1 Le cifre o le lettere che indicano il numero dodici. 2 Le dodici: mezzogiorno o mezzanotte. 
Dódici Nome di alcune vette delle Alpi. Le più elevate sono nelle Dolomiti (3.094 m) e in Valsugana (2.341 m). 
Dodoma Città (204.000 ab.) della Tanzania, capitale dello stato e capoluogo della regione omonima. 
dodrànte, sm. Presso i romani rappresentava il tutto di una cosa qualsiasi meno un quarto; per esempio era una moneta che corrispondeva a 3/4 di asse; un verso composto di tre quarto di un dimetro coriambico; un'eredità di tre quarti. 
dóga, sf. Ciascuna delle assicelle di legno che formano il corpo di botti, barili ecc. 
dogàle, agg. Del doge. 
Dògali Villaggio in Eritrea vicino a Massaua. Fu teatro di una sanguinosa sconfitta (500 morti) da parte delle truppe italiano guidate da T. De Cristoforis nella prima guerra italo-etiopica (26 gennaio 1887). 
dogalìna, sf. Vestito veneziano a maniche larghe portato in Italia dal XIV al XVI sec. Era lungo fino alle ginocchia per gli uomini e fino alle caviglie per le donne. 
dogàna, sf. 1 Dazio d'entrata e di uscita delle merci in uno stato. ~ gabella. 2 L'ufficio che riscuote il dazio relativo passaggio di beni e capitali da uno stato a un altro e il luogo dove si trova. 
doganàle, agg. Relativo alla dogana. 
doganière, sm. Agente dello stato addetto alle operazioni inerenti la dogana. 
dogàre, v. tr. 1 Mettere le doghe. 2 Fregiare con una striscia. 
dogàto, o dogàdo, sm. 1 Ufficio e dignità del doge. 2 Durata della carica di un doge. 3 Il Palazzo Ducale a Venezia. 4 Il territorio della Repubblica Veneta. 
dòge, sm. Supremo magistrato della repubblica di Venezia dall'VIII al XVIII sec. Il primo doge fu Paoluccio Anafesto (697-717), l'ultimo Ludovico Manin che abdicò nel 1797. A partire dal 1339 anche nella repubblica di Genova, venne usato tale termine per indicare il supremo magistrato. 
dòglia, sf. 1 Dolore. ~ sofferenza. 2 Al plurale, dolori che precedono il parto. 
Dogliàni Comune in provincia di Cuneo (4.666 ab., CAP 12063, TEL. 0173). 
dogliànza, sf. 1 Rimostranza. ~ lamento. 2 Motivo di impugnazione del provvedimento di un giudice. 
dòglio, sm. Vaso di terracotta in cui gli antichi conservavano gli alimenti. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)