Enciclopedia

Doménico Veneziàno (Venezia inizio del XV sec.-Firenze 1461) Domenico di Bartolomeo detto Domenico Veneziano. Pittore. Attorno al 1422 fu a Firenze, dove probabilmente conobbe personalmente il Masaccio. Nel 1439 ebbe tra i suoi aiutanti Piero della Francesca. Tra le opere Pala di Santa Lucia dei Magnoli (1445-1448, Firenze, Uffizi), Martirio di Santa Lucia (1445-1448, Berlino, Gemäldegalerie) e Adorazione dei Magi (prima metà del XV sec., Berlino, Gemäldegalerie). 
domènse, agg., sm. e sf. agg. Di Domodossola. 
sm. e sf. Chi è nato o vive a Domodossola. 
domesticàre, v. tr. Rendere domestico. ~ addomesticare. 
domesticazióne, sf. L'atto e l'effetto del domesticare. 
domesticità, sf. Di piante e animali, l'essere domestico. 
domèstico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. 1 Della casa, della famiglia. ~ casalingo. il focolare domestico, il centro della vita familiare. 2 Di pianta, coltivata; di animale, che vive con l'uomo e da lui è accudito. <> selvatico. 3 Locale, nazionale. usi e costumi domestici, propri di un paese. 4 Confidenziale. 5 Mansueto. 
sm. Persona che si occupa dei lavori domestici presso una famiglia percependo una retribuzione. ~ collaboratore. 
Domicèlla Comune in provincia di Avellino (1.410 ab., CAP 83020, TEL. 081). 
domiciliàre, agg. e v. agg. Di, del domicilio. 
v. tr. Recapitare a domicilio. 
v. intr. pron. Prendere domicilio. ~ installarsi. 
domiciliatàrio, sm. Persona presso la quale è pagabile una cambiale differente dall'emittente o dall'accettante. 
domiciliàto, agg. Che ha domicilio in un dato luogo. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)