Enciclopedia

domesticàre, v. tr. Rendere domestico. ~ addomesticare. 
domesticazióne, sf. L'atto e l'effetto del domesticare. 
domesticità, sf. Di piante e animali, l'essere domestico. 
domèstico, agg. e sm. (pl. m.-ci) agg. 1 Della casa, della famiglia. ~ casalingo. il focolare domestico, il centro della vita familiare. 2 Di pianta, coltivata; di animale, che vive con l'uomo e da lui è accudito. <> selvatico. 3 Locale, nazionale. usi e costumi domestici, propri di un paese. 4 Confidenziale. 5 Mansueto. 
sm. Persona che si occupa dei lavori domestici presso una famiglia percependo una retribuzione. ~ collaboratore. 
Domicèlla Comune in provincia di Avellino (1.410 ab., CAP 83020, TEL. 081). 
domiciliàre, agg. e v. agg. Di, del domicilio. 
v. tr. Recapitare a domicilio. 
v. intr. pron. Prendere domicilio. ~ installarsi. 
domiciliatàrio, sm. Persona presso la quale è pagabile una cambiale differente dall'emittente o dall'accettante. 
domiciliàto, agg. Che ha domicilio in un dato luogo. 
domiciliazióne, sf. L'operazione del domiciliare una cambiale, una tratta. 
domicìlio, sm. 1 Luogo in cui una persona ha stabilito la sede principale dei propri interessi e affari. ~ residenza. 2 Abitazione, dimora. ~ casa. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)