Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

Alfa Crucis Stella della costellazione Croce del Sud, distante 310 anni luce dalla Terra; ha magnitudine apparente 0,9 e magnitudine assoluta-4. 
alfa-1-antitripsìna, sf. Componente del siero ematico che inibisce gli enzimi proteolitici; il suo tasso nel siero diminuisce a seguito di gravi patologie epatiche. 
alfabèta, agg., sm. e sf. Chi sa leggere e scrivere. 
alfabetàrio, sm. Serie di tavolette che recano stampate le lettere dell'alfabeto. 
alfabeticaménte, avv. In ordine alfabetico. 
alfabètico, agg. Dell'alfabeto; conforme all'ordine delle lettere dell'alfabeto. 
alfabetìsmo, sm. 1 Principio e sistema di scrittura alfabetica. 2 Il saper leggere e scrivere. 
alfabetizzàre, v. tr. 1 Liberare dall'analfabetismo insegnando a leggere e scrivere. 2 Mettere in ordine alfabetico. 
alfabetizzazióne, sf. Azione dell'alfabetizzare. 
alfabèto, sm. Sistema di segni usati per rappresentare graficamente i suoni di una lingua. In origine i segni avevano un carattere figurativo e venivano incisi su pietre per esprimere esattamente quello che rappresentavano (animali, armi ecc.). Più tardi, la scrittura divenne ideografica, il segno, cioè, rappresentava non solo la cosa ma anche un concetto più generale; con il tempo è passato a esprimere il suono alla base della parola. I primi segni fonetici, sono stati usati dagli egizi che li interponevano agli ideogrammi. Furono i fenici, nella seconda metà del II millennio a. C., a gettare le basi di un alfabeto come è inteso oggi, organizzandolo sistematicamente in ventidue segni consonantici. Tra il XII e l'VIII sec. a. C., i greci adottarono l'alfabeto fenicio, adattandolo alla loro lingua. Dalla Grecia passò ai popoli italici, ebrei e arabi. Tra gli alfabeti italici, ebbero molta fortuna quello etrusco e quello latino. ~ abicì. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)