Enciclopedia

drùpa, sf. Tipo di frutto carnoso con un solo seme racchiuso in un endocarpo legnoso come nel caso della pesca, della ciliegia, dell'amarena, della mandorla e dell'albicocca. 
drupàceo, agg. Di drupa. 
drùsa, sf. 1 Insieme di grossi cristalli di ossalato di calcio comuni nei vacuoli di alcune piante. 2 Cavità di una roccia tappezzata da un agglomerato di cristalli limitati da facce cristalline all'interno della cavità. 
drùso, sm. Membro della minoranza etnica della Siria, Libano e Israele; i drusi costituirono una setta esoterica islamica, nata in Egitto nell'XI sec. Godono di autonomia politica e amministrativa, a seguito delle conquiste fatte durante la dominazione ottomana. Il nome deriva da al-Darazi, colui che condusse i drusi in Libano. Gli elementi fondamentali della setta sono la credenza in un unico dio, nella divinità di al-Hakim e nella metempsicosi. 
Drùso, Clàudio Neróne detto il Maggiore (38-9 a. C.) Politico e generale romano. Figlio di Livia Drusilla e Tiberio Claudio Nerone, nel 13 a. C. governò la Gallia e tra il 12 e il 9 vinse i germani estendendo il proprio dominio fino all'Elba. 
Drùso, Giùlio Césare detto il Minore (15? a. C.-23 d. C.) Politico e generale romano. Figlio di Tiberio, ne avrebbe ereditato la successione, ma dopo la morte di Germanico (19), Seiano lo fece avvelenare. 
Drùso, Màrco Lìvio (130 ca.-91 a. C.) Tribuno della plebe. Figlio dell'omonimo tribuno antigracchiano, propose di concedere la cittadinanza agli italici, suscitando l'opposizione senatoria, con tumulti che gli costarono la vita. 
Druso, Marco Livio 
(?-109 a. C.) Uomo politico romano. Nel 122 a. C., in qualità di tribuno della plebe, bocciò le riforme proposte da Caio Sempronio Gracco. Dieci anni dopo fu nominato console; successivamente divenne governatore della Macedonia e infine censore. 
Drweca Fiume (250 km) della Polonia, affluente della Vistola. 
dry, agg. invar. Di vini e liquori, secco. 
Dryden, John (Aldwinkle 1631-Londra 1700) Poeta e drammaturgo inglese, fu sostenitore di O. Cromwell e poeta ufficiale della restaurazione. Favorì l'ingresso della cultura francese in Inghilterra e indirizzò il gusto e l'interesse verso le forme classiche. Tra i suoi lavori, Saggio sulla poesia drammatica, Annus mirabilis, La conquista di Granada, Tutto per amore

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)