Enciclopedia

farmacodinàmica, sf. (pl.-che) Settore della farmacologia che si occupa dell'azione che i farmaci esercitano su organismi sani o malati. 
farmacologìa, sf. Scienza che si occupa dello studio dei farmaci, le variazioni causate dal loro uso sull'organismo vivente e i meccanismi fisici e fisico chimici che cagionano le variazioni stesse. Si diffuse originariamente in Egitto, in Cina, come semplice elenco dei farmaci utilizzabili; solo grazie allo sviluppo della chimica, la farmacologia ha acquisito valore scientifico. Grazie agli studi compiuti dai farmacologi, si è riusciti a debellare malattie, il più delle volte mortali. 
farmacòlogo, sm. (pl.-gi) Studioso di farmacologia. 
farmacopèa, sf. 1 Codice emanato dallo stato che registra i nomi di tutti i farmaci in uso e tutte le informazioni annesse. 2 Arte di preparare i prodotti medicinali. ~ farmacologia. 
farmacosiderìte, sf. Arseniato basico e idrato di ferro. 
farmacoterapìa, sf. 1 Settore della farmacologia che stabilisce le modalità per la somministrazione dei farmaci. 2 Cura con farmaci. 
Farmitàlia Società per azioni italiana attiva nel campo farmaceutico. Fondata nel 1935, ha sede a Milano. 
Farnabazo (450 ca.-370 ca. a. C.) Satrapo persiano della Frigia. Nella guerra del Peloponneso appoggiò Sparta contro Atene. Fu responsabile dell'uccisione di Alcibiade. 
Fàrnace Nome di sovrani. 
Farnace I 
(?-170 ca. a. C.) Re del Ponto dal 190 ca. al 170 ca. a. C. Conquistò molte città greche, ma venne battuto nel 179 a. C. dai re di Pergamo, Cappadocia e Bitinia. 
Farnace II 
(97?-47 a. C.) Figlio di Mitridate VI, re del Ponto, fu re del Bosforo e tentò di rioccupare il regno paterno, ridotto a provincia romana, ma venne sconfitto nel 47 a. C. a Zena da Cesare. 
Farnése Nobile famiglia romana di origine umbra del X sec. Le sue conquiste e relativa espansione iniziarono con Ranuccio e con Pier Luigi e continuarono con l'elezione a papa del figlio di questi Alessandro. Nel 1545 il figlio di Alessandro venne nominato duca di Parma e Piacenza, titolo che rimase a un Farnese per moltissimi anni, durante i quali vennero stipulate importanti alleanze con gli spagnoli. La dinastia si interruppe con Antonio e il ducato passò a Carlo III, figlio di Filippo V re di Spagna, in virtù del matrimonio tra Elisabetta Farnese e quest'ultimo. 
Farnese, palazzo 
Il palazzo, costruito per il cardinale Alessandro Farnese a partire dal 1515, ospita oggi l'ambasciata di Francia e sfortunatamente non è aperto al pubblico. Risulta difficile quindi ammirare il cortile interno, opera di Sangallo, del Vignola e di Michelangelo. Gli affreschi di Annibale Carracci (1595-1603) ornano le sale interne. Ci si può accontentare di rimirare la bella facciata, al cui progetto partecipò anche Michelangelo, autore del cornicione, della finestra principale e del terzo piano, nel cortile interno. Gli iris che ornano il balcone centrale sono lo stemma dei Farnese. Il palazzo, completato da Giacomo della Porta nel 1589, è famoso nella storia della musica lirica per ospitare il secondo atto della Tosca di Puccini. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)