Enciclopedia

fàva, sf. Pianta erbacea annua (Vicia faba), appartenente alla famiglia delle Leguminose; coltivata per i suoi semi, utilizzati freschi o secchi nell'alimentazione dell'uomo e degli animali, per erbai e per sovescio. 
favagèllo, sm. Nome comune della Ficaria ranuncoloides, una pianta erbacea che infesta prati e campi coltivati. ~ favaiola. 
Favàle di Màlvaro Comune in provincia di Genova (512 ab., CAP 16040, TEL. 0185). 
Favàra Comune in provincia di Agrigento (32.237 ab., CAP 92026, TEL. 0922). Centro agricolo (coltivazione di uva, mandorle e olive). Vi si trovano la chiesa del Rosario, in stile barocco, e il castello siculo-normanno dei Chiaramonte, del XIII sec. Gli abitanti sono detti Favaresi
Favàra Mistrétta, Albèrto (Salemi 1863-Palermo 1923) Compositore e studioso. Autore di opere teatrali (Marcellina, 1884; Urania, 1918) e di altri lavori musicali, ha compiuto studi sul folclore musicale siciliano, pubblicando raccolte di canti popolari della Sicilia (Canti della terra e del mare di Sicilia, 1883). 
favela, sf. invar. Quartiere di baracche alla periferia di grandi città brasiliane. 
favèlla, sf. 1 Facoltà di parlare. 2 Lingua. ~ idioma. 
favellàre, v. tr. e intr. Parlare. ~ discorrere. 
Faver Comune in provincia di Trento (782 ab., CAP 38030, TEL. 0461). 
Fàvero, Mafàlda (Portomaggiore, Ferrara 1905-Milano 1981) Soprano italiano che si affermò come interprete di opere di Puccini e di Massenet. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)