Novità del sito: Tratte aeree italiane

Enciclopedia

abitùdine, sf. Tendenza acquisita con la ripetizione degli stessi atti. ~ routine. 
abitùro, sm. Abitazione meschina e povera. ~ catapecchia, tugurio. 
abiùra, sf. Solenne rinuncia a una religione o dottrina considerata falsa o erronea. ~ apostasia. 
abiuràre, v. tr. Fare abiura. ~ rinnegare. 
ablastìna, sf. Particolare anticorpo che si può ritrovare nel siero sanguigno in seguito a un'immunizzazione. Blocca la riproduzione di microrganismi infettanti senza presentare attività litiche. 
ablatìvo, sm. Sesto caso della declinazione latina indicante una vasta gamma di complementi tra cui quelli di modo, mezzo, materia, agente, causa, tempo, luogo, compagnia, limitazione. 
In diritto si tratta di un provvedimento che priva di un diritto o di un bene. 
Ablativo assoluto 
Costrutto sintattico latino composto da nome e predicato espressi in forma di ablativo e senza legami con la proposizione reggente. 
ablazióne, sf. Asportazione. ~ amputazione. 
In geografia, processo che consiste nell'asportare da un terreno lo strato superficiale (erosione effettuata da agenti atmosferici come acqua, vento o ghiaccio) o riduzione di volume degli strati ghiacciati in seguito a cambiamento di stato (fusione o evaporazione). 
In chirurgia indica l'asportazione di un organo. 
In missilistica, asportazione degli strati esterni di un veicolo spaziale per effetto del surriscaldamento per attrito. 
ablefarìa, sf. Mancanza della palpebra per cause congenite. 
abluzióne, sf. Lavaggio del corpo o di una parte di esso, anche come atto rituale di molte religioni, a scopo di purificazione. ~ lavacro. 
abnegazióne, sf. Totale rinuncia al proprio bene per dedizione al bene altrui. ~ sacrificio. <> egoismo. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)