Enciclopedia

Gargazzóne (in ted. Gargazon) Comune in provincia di Bolzano (1.140 ab., CAP 39010, TEL. 0473). 
Gargnàno Comune in provincia di Brescia (3.211 ab., CAP 25084, TEL. 0365). 
gargòtta, sf. Osteria di campagna. 
Garhwal Distretto (553.000 ab.) dell'India, nell'Uttar Pradesh. Capoluogo Pauri. 
Garibàldi, Anìta Anna Maria Ribeiro da Silva. Moglie di Giuseppe Garibaldi. Morì nella pineta di Ravenna durante la fuga di Garibaldi verso Venezia, dopo la caduta della Repubblica romana (9 febbraio 1849-3 luglio 1849) e l'occupazione di Roma da parte delle truppe francesi del generale Oudinot armate per la prima volta dei famosi fucili chassepot a retrocarica. 
Garibàldi, Anìta Anna Maria Ribeiro da Silva. Moglie di Giuseppe Garibaldi. Morì nella pineta di Ravenna durante la fuga di Garibaldi verso Venezia, dopo la caduta della Repubblica romana (9 febbraio 1849-3 luglio 1849) e l'occupazione di Roma da parte delle truppe francesi del generale Oudinot armate per la prima volta dei famosi fucili chassepot a retrocarica. 
garibaldiano, agg. Relativo a Garibaldi. 
garibaldìno, agg. e sm. agg. 1 Di Giuseppe Garibaldi (1807-1882). 2 Audace e coraggioso. ~ intrepido. 
sm. Soldato volontario di Garibaldi. ~ camicia rossa. 
Letteratura garibaldina 
Genere letterario, risalente alla fine del IX sec., ispirata alla figura e all'impresa di Garibaldi e dei suoi volontari. I temi principali miravano all'esaltazione dell'eroismo risorgimentale. Tra i vari autori, F. Cavallotti, I. Nievo, G. Prati, A. Aleardi. 
Garigliàno Fiume dell'Italia centrale, lungo 158 km, originato dalla confluenza di due fiumi, il Liri e il Gari. Segna il confine tra Lazio e Campania e sfocia nel golfo di Gaeta. Sulle sue rive gli spagnoli sconfissero i francesi nel 1503; nel 1860 invece i Borboni ripiegarono su Gaeta dopo la sconfitta con l'esercito piemontese. Durante il secondo conflitto mondiale, sulle sue rive ci fu una grande battaglia tra truppe alleate e tedeschi (novembre 1943). 
Garimbèrti, Pàolo (Levanto, la Spezia 1943-) Giornalista. Dopo aver collaborato con vari quotidiani, da novembre 1993 a settembre 1994 assunse la direzione del Tg2, per poi ritornare alla carta stampata. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)