Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

interbèllico, agg. (pl. m.-ci) Compreso tra due guerre. 
intercalàre, agg., sm. e v. agg. Che è intercalato. ~ separato. 
sm. 1 Parola o espressione che qualcuno usa ripetere spesso nel discorso, anche in modo inopportuno. aveva un buffo intercalare di avverbi. 2 Ritornello che si ripete al termine di ogni strofa o a intervalli regolari. ~ ritornello. 
v. tr. Inserire a determinati intervalli; inframmettere, interpolare. ~ interporre. aveva scritto un brillante articolo in cui intercalava con sapienza citazioni pertinenti a osservazioni acute
intercalazióne, sf. 1 Azione ed effetto dell'intercalare. 2 Nell'industria grafica è la parola o il segno di carattere diverso rispetto a quello correntemente usato nella composizione di un testo. 
intercambiàbile, agg. Che si può scambiare con l'altro; sostituibile. ~ commutabile. <> insostituibile. 
intercambiabilità, sf. L'essere intercambiabile. ~ sostituibilità. 
intercàmbio, sm. Scambio per la maggioranza dei casi di natura economica. 
intercapèdine, sf. 1 Spazio vuoto tra due superfici ravvicinate. ~ interstizio. 2 Spazio vuoto lasciato tra due muri paralleli. 3 Vano tra il rivestimento interno dello scafo delle navi e quello esterno. 
intercategoriàle, agg. Comune a più categorie di lavoratori o di datori di lavoro. 
intercèdere, v. v. tr. Ottenere o cercare di ottenere qualcosa a favore di qualcuno. 
v. intr. 1 Intervenire presso qualcuno per ottenere qualcosa in favore di altri. ~ mediare. 2 Di spazio o tempo, passare un intervallo. ~ intercorrere. 
intercessio, sf. invar. 1 Nel diritto pubblico romano era il potere che aveva un magistrato di porre il veto su determinati atti compiuti da un altro magistrato. 2 Nel diritto privato romano era l'assunzione di un obbligo a favore di altri. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)