Novità del sito: Elezioni politiche, i candidati (con relativo curriculum) del tuo collegio

Enciclopedia

landsat Nome di una serie di satelliti statunitensi che nel decennio 1972-1982 vennero lanciate su orbite polari per eseguire studi geografici, geofisici, di rilevamento fotogrammetrico e meteorologici. 
Landseer, Edwin Henry (Londra 1802-1873) Pittore inglese. Tra le opere Dignit e impudenza (1839, Londra, Tate Gallery). 
landsmål, sm. invar. Forma di norvegese parlato, oggi detta nynorsk, che venne adottata dopo il 1853 in Norvegia insieme al riksmål. 
landsturm, sm. invar. Categoria militare dei paesi di lingua tedesca comprendente gli uomini più giovani e quelli più anziani. È designata a compiere servizi territoriali in caso di guerra. 
lanerìa, sf. Assortimento di tessuti pettinati e cardati di lana per abbigliamento. 
lanétta, sf. 1 Cascame di lana. 2 Tessuto misto di lana e cotone. 3 Lana d'acciaio. ~ paglietta. 
Lanfrànco (XI-XII sec.) Architetto. Tra le opere il duomo di Modena (XI-XII sec.). 
Lanfrànco, Giovànni (Parma 1582-Roma 1647) Pittore. Allievo della scuola dei Carracci e di Guido Reni, risentì anche dell'influenza del Guercino. Con la sua opera innovatrice della tradizione classicista, è ritenuto uno dei primi esponenti dell'arte barocca. Operò soprattutto in Emilia, a Roma e a Napoli. Tra le sue opere si ricordano Olimpo (1625, Roma, Villa Borghese), affreschi della cupola di Sant'Andrea in Valle (1625-1628, Roma), Gloria del Paradiso (Roma, San Carlo ai Catinari), Gloria dei beati (duomo di Napoli). 
Lang, Andrew (Selkirk, Scozia 1844-Banchory, Aberdeenshire 1912) Etnologo e scrittore inglese. Studioso delle religioni dei popoli antichi, scrisse numerosi saggi storici, letterari ed etnologici. Tra le opere, Ballads and Lyrics of Old France (1872), Shakespeare, Bacon and the Great Unknown (1912), Custom and Myth (1884), Myth, Ritual and Religion (1899), Magic and Religion (1901) e The Secret of the Totem (1905). 
Lang, Fritz (Vienna 1890-Beverly Hills 1976) Regista cinematografico austriaco. È ritenuto uno dei sommi maestri del cinema. Lavorò fino al 1933 in Germania, ove divenne uno dei più importanti esponenti dell'espressionismo. Nel 1934 si trasferì a Hollywood e realizzò opere a carattere psicologico. Interpretò se stesso nel film Il disprezzo di Godard (1963). Tra le sue opere, Le tre luci (1921), Il dottor Mabuse (1922), Metropolis (1926), La donna sulla luna (1929), M, il mostro di Dsseldorf (1931), Furia (1936), Sono innocente (1937), La donna del ritratto (1944), Maschere e pugnali (1946), Gardenia blu (1952), Il grande caldo (1953), Mentre la citt dorme (1955), Il diabolico dottor Mabuse (1960). 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)