Enciclopedia

Madre, La Romanzo di M. Gorkij (1906). Protagonista del romanzo è Pelageja Nìlovna, contadina precocemente invecchiata da una vita di fatiche. Dopo la morte del marito, quando la sua casa diventa un luogo di riunioni politiche, il desiderio di avvicinarsi al figlio e ai suoi amici, che lavorano per la causa del rinnovamento sociale che ella ritiene giusta, la libera da ogni timore. Quando il figlio viene imprigionato insieme ai suoi amici, Pelageja diventa la madre di tutti, continuando la lotta fino al sacrificio supremo. L'opera risente della posizione ideologica dell'autore. 
madrefórma, sf. Calco in gesso dal quale si ricavano gli stampi di lavoro del vasellame. 
madreggiàre, v. intr. Somigliare alla madre, comportarsi da madre. 
madrelìngua, o màdre lìngua, sf. La lingua che si è appresa per prima, generalmente quella della propria patria. 
madrepàtria, sf. 1 La patria di origine. 2 La città fondatrice di colonie. 
madrepèrla, sf. Sostanza che ricopre la parete interna della conchiglia di alcuni Lamellibranchi, usata per fabbricare vari oggetti. spilla di madreperla
madreperlàceo, agg. Fatto di madreperla, o somigliante a madreperla. ~ opalescente. 
madreperlàto, agg. Smalto da unghie, o altro cosmetico, con riflessi iridescenti. 
madrèpora, sf. Genere di celenterati antozoi esacoralli appartenenti all'ordine dei Madreporari, famiglia dei Madreporidi, artefici principali delle formazioni coralline. 
Madreporàri Ordine di celenterati antozoi esacoralli a cui appartengono diverse famiglie i cui individui, solitari o coloniali, hanno scheletri calcarei che si depositano sul fondo del mare dando origine a formazioni coralline (o madreporiche) massicce e compatte o di tipo arborescente, dai colori che vanno dal rosa brillante al verde scuro. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)