Novità del sito: Cerca le coordinate geografiche su Google Maps

Enciclopedia

magnàno, sm. Fabbro di chiavi, ringhiere e toppe. 
Magnàno Comune in provincia di Biella (381 ab., CAP 13050, TEL. 015). 
Magnàno in Rivièra Comune in provincia di Udine (2.239 ab., CAP 33010, TEL. 0432). 
Magnàsco, Alessàndro (Genova 1667-1749) Pittore. Tra le opere Festa in un giardino di Albaro (Genova, Galleria di Palazzo Bianco) e Frati in biblioteca (ca. 1720-1725, Seitenstetten, Convento dei Benedettini). 
magnàte, sm. 1 Finanziere. 2 Nell'Italia settentrionale del medioevo, l'appartenente a un'eminente classe di cittadini, per lo più nobili. 3 (pop.) papavero, pezzo grosso. 
magnatìzio, agg. Relativo a magnate. 
Magnèlli, Albèrto (Firenze 1888-Meudon 1971) Pittore. Si formò a Firenze da autodidatta; nel 1914 si trasferì a Parigi ove conobbe G. Apollinaire, P. Picasso e J. É. Delaunay. Dopo una fase astratta, ebbe un periodo di crisi figurativa (1920-1930) per poi riprendere le figurazioni astratte che determinarono la sua notorietà. Tra le opere Pittura n. 529 (1915, Firenze, Galleria d'Arte Moderna), Nature satellique (1956, Parigi, Galerie de France), e Ramificazione (1958, Firenze, Galleria d'Arte Moderna). 
Magnènzio, Flàvio Màgno (303?-353) Imperatore romano. Partecipò alla congiura che portò all'uccisione dell'imperatore Costante e i congiurati lo nominarono imperatore. Sconfitto ripetutamente da Costanzo II, legittimo successore di Costante, morì suicida. 
magnèsia, sf. Ossido di magnesio o sospensione di idrato di magnesio in acqua. 
Magnèsia Nome di due antiche città dell'Asia minore. Magnesia al Meandro fu colonia tessalica presso il fiume Leteo, nell'odierna Turchia. Per l'aiuto dato a Roma nelle guerre mitridatiche, fu riconosciuta da Silla come città libera. Importanti i resti del tempio di Artemide Leucofriene. Magnesia al Sipilo, l'odierna città turca di Manisa, secondo la tradizione fu fondata dalle Amazzoni. Fece parte della Lidia, della Persia, di Pergamo e infine dell'impero romano. Nel 17 fu distrutta da un terremoto e ricostruita da Tiberio. Nel 1313 fu conquistata dall'emiro Saruhan e infine dagli ottomani (1389-1390). 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)