Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

Magónza Città (177.000 ab.) della Germania (in tedesco Mainz) e capitale della Renania-Palatinato. Si trova sul fiume Reno, quasi alla confluenza del Meno. Centro commerciale e industriale (birra, vinicoltura, editoria, cartaria, metallurgica, meccanica, conciaria). Vi nacque J. Gutenberg che nel 1450 aprì la prima stamperia a caratteri mobili. Fondata dai romani sotto Augusto, conserva importanti resti romani e, nel centro, un duomo romanico (XII-XIII sec.). Divenne la città più importante della Germania settentrionale e fu sede della dieta imperiale. Nel 1477 vi fu fondata l'università. Dopo la prima guerra mondiale, fu occupata dai francesi dal 1918 al 1930. 
màgra, sf. 1 Scarsezza di acque in un fiume. ~ secca. 2 Penuria. ~ povertà. <> abbondanza. 3 Brutta figura. 
Màgra Fiume (62 km) della Toscana nordoccidentale. Nasce dal passo della Cisa e sfocia nel mar Ligure. 
magraménte, avv. In modo povero, misero. 
Magrè Sùlla Stràda dél Vìno (in ted. Magreid An Der Weinstrasse) Comune in provincia di Bolzano (1.102 ab., CAP 39040, TEL. 0471). 
magrebìno, agg. e sm. Che appartiene o si riferisce al Maghreb, territorio dell'Africa nordoccidentale. 
Magréglio Comune in provincia di Como (348 ab., CAP 22030, TEL. 031). 
magrézza, sf. L'essere magro. 
Màgri, Lùcio (Ferrara 1932-) Politico. Nel 1969 fu tra i fondatori del Manifesto. Quindi dal 1972 al 1984 fu segretario del PDUP, Partito di unità proletaria. In seguito fu deputato del PCI e nel 1991 aderì a Rifondazione comunista. 
Màgris, Clàudio (Trieste 1939-) Critico letterario. Tra le opere Il mito asburgico nella letteratura austriaca moderna (1963), L'anello di Clarisse (1984, sul tema della crisi della letteratura contemporanea mitteleuropea), L'altra ragione (1979, sull'opera di Hoffmann), Danubio (1986), Un altro mare (1991), Le voci (1995), Microcosmi (1997). 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)