Enciclopedia

Manisa Città (158.000 ab.) della Turchia, nella regione del mar Egeo. Capoluogo della provincia omonima (1.152.000 ab.) che occupa la pianura del fiume Gediz. 
maniscàlco, sm. (pl.-chi) Chi ferra i cavalli per mestiere. 
manìsmo, sm. Culto dei mani. 
Manitoba Provincia (1.095.000 ab., capoluogo Winnipeg) del Canada dal 1870, si trova tra gli Stati Uniti d'America, l'Ontario, il Saskatchewan, i territori del Nord-ovest e la baia di Hudson. Il territorio è prevalentemente pianeggiante e ricco di fiumi (Saskatchewan, Churchill, Nelson) e laghi (Winnipeg, Winnipegosis, Manitoba). Le principali risorse economiche sono costituite dalle foreste, dalla coltivazione dei cereali e dai giacimenti minerari di cadmio, oro, zinco, argento e nichel. È sede di industrie metallurgiche, alimentari e petrolchimiche. 
Manitoulin Isola (11.000 ab.) del Canada, nel lago Huron, all'imbocco della Georgian Bay. La maggiore isola lacustre, per superficie, del mondo. 
manitù, manitu o manito, sm. Secondo le popolazioni allogene dell'America settentrionale, potenza della realtà umana e cosmica che si manifesta a tutti i livelli. I giovani venivano sottoposti a pratiche di iniziazione estenuanti per cadere in trance e avere una visione del loro manitu. 
Manizales Città (275.000 ab.) della Colombia, nella valle del Cauca. Capoluogo del dipartimento di Caldas. 
manìzza, sf. 1 Manicotto foderato di pelliccia. 2 Manubrio. 3 Guanti utilizzati dai corridori ciclisti. 
Mankiewicz, Joseph L. (Wilkes Barre 1909-Bedford 1993) Regista cinematografico statunitense. Diresse Eva contro Eva (1950), Uomini e cobra (1970), Gli insospettabili (1972). 
Mànlio Capitolìno, Màrco (?-384 a. C.) Console romano. Nel 392 a. C. divenne console e nell'invasione di Roma da parte dei galli del 390 a. C., avvertito dallo starnazzare delle oche, salvò il Campidoglio dagli assalitori. Sospettato di aspirare alla tirannide fu messo a morte. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)