Enciclopedia

annuvolàre, v. v. tr. 1 Coprire di nuvole. ~ rannuvolare. <> rasserenare. 2 Offuscare. ~ annebbiare. 
v. intr. pron. 1 Coprirsi di nuvole. ~ oscurarsi. <> schiarirsi. 2 Rabbuiarsi. ~ adombrarsi. <> tranquillizzarsi. 
-ano (suffisso) [dal latino anus, anello, cerchio] Suffisso usato per indicare gli idrocarburi saturi nella nomenclatura chimica ufficiale (es. metano, diossano, canfano, butano, propano, ecc.). 
àno, sm. Estremità terminale dell'apparato digerente e orifizio di comunicazione con l'esterno, attraverso il quale vengono eliminati i rifiuti organici solidi. Nell'uomo è la parte finale dell'intestino retto. Si dice ano preternaturale un'apertura chirurgica che sopperisce alle funzioni dell'ano in caso di malattia o anomalia dello stesso. 
anòa, sm. invar. Piccolo bufalo, appartenente al gruppo dei bovini cavicorni, originario dell'isola di Celebes, in Malesia. 
Anobìidi Famiglia di Coleotteri di piccole dimensioni che si annidano nel legno vecchio. Vivono in particola modo nelle regioni calde. 
anoblepsìa, sf. Disturbo per il quale lo sguardo viene involontariamente fissato verso l'alto. 
anòdico, agg. (pl. m.-ci) Relativo all'anodo. 
anodinìa, sf. Assenza di sensazioni dolorose. 
anodìno, agg. 1 Che toglie il dolore, calmante. ~ sedativo. 2 Privo di un carattere definito. ~ amorfo. <> significante. 
anodizzàre, v. tr. Ricoprire una superficie metallica con una pellicola protettiva di ossido. 

Mastodon

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)