Enciclopedia

Pròci Personaggi omerici, principi di Itaca, capeggiati da Antinoo, alla partenza di Ulisse insidiarono la moglie Penelope. Al suo ritorno Ulisse li uccise tutti. 
Pròcida Isola del Tirreno al largo delle coste campane. Ha un'estensione di 3,7 km2 e un'altezza massima di 91 m. Di origine vulcanica è formata da quattro crateri; il suolo è costituito da tufi giallastri in profondità e da uno strato grigio in superficie. Il suolo fertile è coltivato a vite, agrumi, ortaggi. Fiorente la pesca e il turismo balneare. Nella parte più alta dell'isola ha sede una colonia penale. Regolari servizi di navigazione la collegano con Napoli, Pozzuoli e Ischia. 
Procida 
Comune in provincia di Napoli formato dalle isole di Procida e di Vivara (10.559 ab., CAP 80079, TEL. 081). 
procìnto, sm. Essere sul punto di fare qualcosa. 
Procióne Stella binaria, di colore bianco giallo, molto luminosa (magnitudine 0,5); per tale ragione risulta essere la più splendente della costellazione del Cane minore e ottava di tutto il cielo. 
procióne, sm. Mammifero carnivoro (Procyon) appartenente alla famiglia dei Procionidi, diffuso in America. Fra le varie specie esistenti, quella più conosciuta è il cosiddetto procione lavatore, od orso lavatore (Procyon lotor); caratterizzato da una lunga coda pelosa dalla colorazione ad anelli grigi e scuri alternati, folta pelliccia grigiastra, il procione lavatore vive nelle foreste dell'America settentrionale e centrale e si nutre di vegetali e piccoli animali, che ha l'abitudine di lavare nell'acqua prima di mangiare. È un animale mite e viene facilmente addomesticato. 
Prociònidi Famiglia di Mammiferi Carnivori diffusi in Asia e America. Vi appartengono i procioni, i kunkajou e i coati. 
proclàma, sm. (pl.-i) Dichiarazione solenne fatta da persona investita di autorità. ~ annuncio, bando, editto. 
proclamàre, v. tr. 1 Pubblicare o dichiarare solennemente. ~ affermare. 2 Nominare. non potevano ancora proclamare il vincitore del concorso. 3 Difendere con forza, sostenere. proclamava la sua innocenza
proclamazióne, sf. Il proclamare. 
Proclèmer, Ànna (Trento 1923-) Attrice teatrale. Ha interpretato autori classici e moderni. Esordì nel 1942 con Minnie la candida di Massimo Bontempelli. Moglie dello scrittore Vitaliano Brancati. Lavorò con il Teatro universitario di Roma, il Teatro delle Arti, la Compagnia Pagnani-Cervi, il Teatro dell'Arte e il Piccolo Teatro di Milano. Interpretò anche alcuni lavori per la televisione, dopo averli presentati in teatro. Tra le interpretazioni di successo, La figlia di Iorio di G. D'Annunzio, Spettri di H. Ibsen, Maria Stuart di F. Schiller, Giorni felici di S. Beckett. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: info@blia.it
(attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)