Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

rassottigliàre, v. v. tr. Assottigliare. 
v. intr. pron. Assottigliarsi. 
Rastadt, o Rastatt Città del Baden-Württenberg, nella vallata del Reno, sede di industrie meccaniche, tessili e della carta. Il castello del XVIII sec. ospita un museo regionale e un museo storico. La città è un importante nodo ferroviario (ponte sul Reno). Le sue origini risalgono al 1207 ca. ma venne incendiata nel corso della guerra di successione del Palatinato e ricostruita nel 1689. Fu sede (1797-1799) del congresso che concluse la pace fra l'impero germanico e la Francia. 
Pace di Rastadt 
Fu firmata il 7 marzo 1714 tra Luigi XIV di Francia e l'imperatore Carlo VI; unitamente al trattato di Utrecht pose fine alla guerra di successione spagnola. Lasciò a Luigi XIV l'Alsazia con Strasburgo e Landau; l'imperatore Carlo VI ricevette il regno di Napoli, il milanese, lo stato dei presidi in Toscana, i Paesi Bassi spagnoli accresciuti di Tournai, Menen, Ypres e Furnes e conservò la Sardegna. Il trattato non fu redatto in latino, secondo la tradizione imperiale, ma in francese, lingua che si impose così da allora sino all'inizio del XX sec. come lingua diplomatica ufficiale. 
Rastèlli, Enrìco (Samara sul Volga, Russia 1896-Bergamo 1931) Celeberrimo giocoliere. Lavorò soprattutto in URSS. 
raster graphics Letteralmente significa grafica a reticolo. Si tratta di una tecnica per digitalizzare un'immagine sullo schermo di un tubo a raggi catodici. 
raster scan Letteralmente significa scansione a reticolo. Indica una tecnica per visualizzare immagini sullo schermo di un tubo a raggi catodici. 
rastrellaménto, sm. Il rastrellare. 
rastrellàre, v. tr. 1 Raccogliere con il rastrello. ~ accumulare. <> disperdere. 2 Sottoporre a controlli militari; fare una retata. 3 Perlustrare. ~ esplorare. rastrellare un campo minato. 4 Riunire. 
rastrellàta, sf. 1 Quanto si raccoglie con il rastrello. 2 Colpo di rastrello. 
rastrellatùra, sf. L'operazione, il lavoro di rastrellare. 
Rastrèlli, Bartolomèo Francésco (Parigi 1700-San Pietroburgo 1771) Architetto. Fu nominato architetto di corte a San Pietroburgo nel 1736, ove fu esecutore del rinnovamento della zarina Elisabetta con opere di gusto rococò-neoclassico, che racchiudono elementi orientali e occidentali. Fra le sue opere si ricordano il palazzo Vorontsov, il palazzo Stroganov a San Pietroburgo, la chiesa di Sant'Andrea a Kiev, e il palazzo grande del Cremlino a Mosca. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)