Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

sagù, sm. invar. Fecola, ricavata dal midollo di una pianta simile alla palma. 
Sagunto Città della Spagna (55. 000 ab.) nella provincia di Valencia, celebre per la conquista da parte di Annibale (220-219 a. C.) che scatenò la seconda guerra punica. 
Sagunto Città della Spagna (55. 000 ab.) nella provincia di Valencia, celebre per la conquista da parte di Annibale (220-219 a. C.) che scatenò la seconda guerra punica. 
Sahara Estesa regione dell'Africa del nord, caratterizzata da molti paesaggi desertici con clima arido e, politicamente, divisa tra Egitto, Libia, Tunisia, Algeria, Marocco, Sahara occidentale, Mauritania, Mali, Niger, Ciad e Sudan. Il territorio si estende dal mar Rosso alla costa atlantica, venendo solcato dalla valle del Nilo. I paesaggi tipici, sotto l'azione del vento, sono le grandi aree dunose (erg), le piatte estensioni di pietrisco granulare (senir) e le distese rocciose affioranti, molto levigate (hamada); vi sono vie d'acqua, consistenti in alvei di fiumi (uidian), ricchi di acqua solo in caso di piogge abbondanti. Nei pressi di affioramenti della falda freatica si può individuare una vegetazione anche rigogliosa (oasi) e una produzione di datteri, frutta, orzo, ortaggi ecc. La popolazione del Sahara è costituita da arabi, berberi e tebu; le popolazioni sono per lo più nomadi, praticano la pastorizia, vivono in tribù, sono di religione musulmana. Sono stati scoperti giacimenti di petrolio, ferro, manganese, cromo, diamanti e sodio. Grazie ai reperti litici del Paleolitico e del Neolitico, ai graffiti e affreschi su roccia, è stato possibile individuare la presenza, fin dalla preistoria, di importanti insediamenti umani, principalmente cacciatori e pescatori. Fin dall'epoca romana, l'utilizzo del cammello come mezzo di locomozione e di trasporto ha consentito di incrementare l'attività commerciale, anche con le coste mediterranee. Nel VII sec. sono gli arabi a imporre la loro cultura e la loro religione, sostituendosi ai berberi; l'islam viene diffuso in tutta la zona sahariana, entrando spesso in conflitto con altre religioni, oltre che in contatto con altri regni (Ghana, Mali, Songhai). Nella parte occidentale, dominano gli almoravidi, mentre nel sud fioriscono le culture sudanesi (Timbuctù). Verso la metà del XVIII sec., inizia la penetrazione francese nella parte centroccidentale; nel 1888 la Spagna fonda la colonia della Costa d'Oro e nel 1912 l'Italia conquista la Libia. 
Sahara occidentàle Regione dell'Africa occidentale, sull'Atlantico; confina con il Marocco, a nord, l'Algeria, a est, la Mauritania, a sud. 
Il territorio è rivendicato dal Marocco, ma nel 1976 la sua sovranità venne contestata dal Fronte popolare di liberazione del Saguiat el Hamra e del Rio de Oro, che proclamò, la repubblica araba Saharawi, con governo in esilio, e intraprese una lotta armata per la liberazione. Incerto è anche il riconoscimento internazionale, ostacolato dell'effettiva difficoltà di individuare un vero e proprio stato, visto che la scarsa popolazione è sparsa su un territorio desertico vastissimo. 
Il territorio è costituito essenzialmente da una vasta zona pianeggiante, che dalla costa si spinge verso l'interno e si eleva fino ai 500 m nel settore orientale: il paesaggio è tipicamente desertico e presenta numerosi uidian generalmente asciutti, come il Saguia el Hamra, con l'Uad El Jat, suo tributario, e l'Uad Atui. 
Assai limitate sono le aree coltivabili: esse producono cereali e palme nelle oasi. 
Diffusa è la pastorizia nomade (cammelli, capre e pecore). 
Notevoli sono i giacimenti di fosfati e il sale viene prodotto nelle saline di Dakhla. 
Capoluogo della regione è El-Aaiùn (25.000 abitanti). 
Saharanpur Città (374.000 ab.) dell'India, nello stato dell'Uttar Pradesh, sul fiume Yamuna. 
sahariàna, sf. Giacca di tela priva di risvolti sul collo. 
sahariàno, agg. Relativo al deserto del Sahara. 
Saharsa Città (58.000 ab.) dell'India, nello stato di Bihar. Capoluogo del distretto omonimo. 
saheliàno, agg. e sm. agg. Relativo alla regione africana del sahel. 
sm. In geologia, formazione sedimentaria marnosa tipica del sahel. Vi è inclusa fauna risalente al periodo compreso tra il Miocene e il Pleistocene. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)