Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

salicéto, sm. Campo di salici. 
Salicéto Comune in provincia di Cuneo (1.564 ab., CAP 12079, TEL. 0174). 
salicilàto, sm. Estere e sale dell'acido salicilico. Molti salicilati metallici vengono usati in terapia. 
salicìlico, agg. (pl. m.-ci) Acido contenuto nella corteccia del salice usato come disinfettante o come conservante di frutta e alimenti. Tra i suoi derivati, l'acido acetilsalicilico, usato come antipiretico, antireumatico e antinevralgico, la salicilanilide, usata come fungicida locale, l'aldeide salicilica, usata in profumeria e l'alcol salicilico, usato come anestetico locale in medicina. 
salicòrnia, sf. Genere di piante cosmopolite, suffruticose o erbacee, appartenenti alla famiglia delle Chenopodiacee. Vive nei terreni umidi e salmastri. 
saliènte, agg. e sm. agg. In evidenza, che spicca sul resto. ~ importante, rilevante. <> marginale, secondario. gli aspetti salienti della faccenda non sono molti
sm. Sporgenza. 
salièra, sf. Piccolo contenitore per il sale, da tenere a tavola. 
Salièri, Antònio (Legnago 1750-Vienna 1825) Musicista. Dopo aver studiato a Venezia, si trasferì a Vienna dove divenne maestro della cappella di corte (1774) e, nel 1790, compositore di corte. Fu tra i fondatori, nel 1817, del conservatorio e fra i suoi allievi ebbe Beethoven, Liszt, Schubert. Scrisse opere serie, ma fu anche autore di opere comiche, musica vocale e strumentale. Tra le sue opere, Armida (1771), Europa riconosciuta (1778), Le Danaidi (1784). 
Saliètti, Albèrto (Ravenna 1892-Chiavari 1961) Pittore. Formatosi all'accademia di Brera a Milano, fece parte del movimento Novecento. Sono apprezzati i suoi paesaggi e nature morte. Tra le opere Cestino di funghi (1934, Firenze, Galleria d'Arte Moderna). 
salìfero, agg. Che produce sali o li contiene. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)