Enciclopedia

sàrago, sm. Pesce (Diplodus vulgaris) della famiglia degli Sparidi e dell'ordine dei Perciformi. Di colore argentato, raggiunge i 40 cm. Vive in grandi banchi nel Mediterraneo e nell'Atlantico orientale. 
Saragòzza Città della Spagna (590.000 ab.) capoluogo della provincia omonima, nella regione dell'Aragona. Situata sul fiume Ebro, è importante mercato agricolo e del bestiame, sede di industrie alimentari, tessili, chimiche, meccaniche, della carta e del vetro. Antico insediamento dei celtiberi (Salduba), fu poi colonia romana con il nome di Caesaraugusta. Dopo la caduta dell'impero, la città fu occupata da visigoti, dai franchi, dagli arabi (714) e da Alfonso d'Aragona nel 1118. Tra i monumenti più noti della dominazione musulmana, la Moschea e l'Aljaferta (palazzo del governo). Sono di notevole interesse la cattedrale gotica di La Seo e la chiesa barocca di Nostra Signora del Pilar (XVII sec.). 
Provincia di Saragozza 
(838.000 ab.) Si estende su una regione montuosa, dai primi contrafforti meridionali dei Pirenei fino alla Meseta ed è attraversata dal fiume Ebro. Capoluogo la città omonima. Risorse economiche sono l'agricoltura (barbabietole, cereali, uve, olive), l'allevamento bovino e ovino e i giacimenti di lignite, ferro e manganese. 
Sarajevo Città (448.000 ab.) e capitale della Bosnia Erzegovina, sul fiume Miljacka. Mercato agricolo (produzione di cereali, frutta e tabacco) e del bestiame, è sede di industrie metalmeccaniche, tessili, chimiche, del legno, del tabacco, della birra e della porcellana. Fiorente l'artigianato con produzione di metalli preziosi, tessuti e tappeti. Antico insediamento illirico, fu popolato da gruppi ungheresi nel XIII sec. Conquistata dai turchi nel 1429, che ne mantennero il dominio fino al 1878, quando venne occupata dall'Austria. Il 28 giugno 1914 l'assassinio, da parte di Gavrilo Princip, dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo e della moglie Sofia Chotek fu l'evento occasionale che fornì il pretesto per lo scoppio della prima guerra mondiale. In tempi recenti ha subito gravissime perdite umane a causa della guerra civile e per l'assedio della città da parte dei serbo-bosniaci, iniziato nel 1992 e interrotto nel 1996 grazie all'intervento delle forze dell'ONU. Monumenti di rilievo la fortezza del XV sec., la cattedrale ortodossa dei Santi Arcangeli (XVI sec.), le moschee Begova Dzamija, Ali Plasma Dzamija e Careva Dzamija (XVI sec.). 
Saramago, José (Azinhaga 1922-) Romanziere portoghese. Tra le opere Memoriale del convento (1982), L'anno della morte di Ricardo Reis (1984), CecitÓ (1996), Quaderni di Lanzarote (1997). Permio Nobel per la letteratura nel 1998. 
Saran Distretto (1.710.000 ab.) dell'India, nello stato di Bihar, al confine con l'Uttar Pradesh. 
Saranno famosi Film musicale, americano (1980). Regia di Alan Parker. Interpreti: Eddie Barth, Irene Cara, Lee Curreri. Titolo originale: Fame 
Saransk Città (312.000 ab.) della Russia, capoluogo della repubblica autonoma di Mordvini. 
Saratov Città (905.000 ab.) della Russia, capoluogo della provincia omonima (2.729.000 ab.), nella valle del basso Volga. 
Saravane Città (211.000 ab.) del Laos, capoluogo della provincia omonima. 
Sarawak Stato federato della Malaysia (124.450 km2, 1473.000 ab.) nel settore nordoccidentale dell'isola del Borneo. Il territorio si estende dalla catena montuosa settentrionale dell'isola verso il mare Cinese meridionale, con una fascia pianeggiante lungo la costa dove sono molto estese le zone forestali. La popolazione è formata da daiacchi e da vari gruppi di cinesi e malesi che professano in massima parte la religione musulmana. Sibi e Miri sono i centri principali. Tra le risorse economiche, l'attività estrattiva (petrolio, gas naturali, oro, antimonio e fosfati), l'agricoltura (riso, sago, spezie), lo sfruttamento delle foreste (caucciù, legname). Sultanato sotto il protettorato britannico dal 1888, dopo l'occupazione giapponese (1941-1945) fu donato all'Inghilterra dalla famiglia Brooke e infine, nel 1963, dopo il conseguimento dell'autonomia, si unì alla federazione della Malaysia. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)