Novità del sito: Aggiornato elenco banche

Enciclopedia

scorbuticaménte, avv. In modo poco garbato. 
scorbùtico, agg. e sm. (pl. m.-ci) 1 agg. Che presenta la malattia dello scorbuto. 2 agg. e sm. Persona maleducata, dal carattere difficile. ~ scontroso. aveva un carattere scorbutico, che impediva qualsiasi dialogo
scorbùto o scòrbuto, sm. Malattia causata dalla carenza di vitamina C, indispensabile per la produzione di collagene e utile per conservare in buono stato il tessuto osseo, quello connettivo e la dentina. L'impoverimento vitaminico viene solitamente causato da cattive abitudini alimentari o da altre cause che provocano una maggiore richiesta della vitamina stessa (ipertiroidismo, patologie infiammatorie, gravidanza, allattamento, interventi chirurgici). Dopo un periodo di latenza, che negli adulti può variare da tre a dodici mesi, compaiono i sintomi della malattia (piccole emorragie, irritabilità, apatia, dimagrimento, dolori muscolari e articolari, difficoltà a rimarginare le ferite). La cura è basata sulla somministrazione di vitamina C. 
scorciaménto, sm. L'atto di scorciare. 
scorciàre, v. v. tr. 1 Tagliare, ridurre la lunghezza. 2 Dipingere un panorama, uno scorcio. 
v. intr. pron. Diventare più corto. 
scorciatóia, sf. 1 Percorso più breve per giungere a un luogo. 2 Espediente per raggiungere più tempestivamente un obiettivo. 
scórcio, sm. (pl.-i) 1 Rappresentazione ingrandita di un particolare. 2 Periodo di tempo. ~ epoca, momento. non aveva neanche uno scorcio di tempo per i propri hobby
scordàre, v. v. tr. 1 Dimenticare. ~ obliare. <> ricordare. 2 Far perdere l'accordatura. 
v. intr. pron. 1 Dimenticarsi. 2 Perdere l'accordatura. 
scordàto, agg. Stonato, senza accordatura. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)