Novità del sito: Mappe antiche

Enciclopedia

scòto, agg. e sm. agg. Relativo alla popolazione degli scoti. 
sm. Scozzese. 
Scòto Eriùgena, Giovànni (810 ca.-877 ca.) Filosofo e teologo di origine irlandese. Dall'846 circa visse in Francia alla corte di Carlo il Calvo, dirigendo la Scuola palatina. Rivendica per sé il diritto di un'interpretazione originale della rivelazione; facendo ampio uso della tradizione patristica, sintetizza una metafisica d'ispirazione neoplatonica, distinguendo nell'unità e totalità dell'essere quattro gradi o momenti, attraverso i quali la vita divina procede a formarsi, costituendo le cose, che sono manifestazioni di Dio, e da queste ritornando a se stessa. Tale dottrina, esposta nell'opera principale De divisione naturae (862-866) fu condannata dal concilio di Parigi e da Onorio III (1225). 
Scott, Robert Falcon (Devonport 1868-Antartide 1912) Esploratore inglese. Ufficiale di marina, nel 1901-1903 guidò una prima spedizione nell'Antartide senza riuscire a raggiungere il polo sud. Una seconda spedizione (1910-1912) raggiunse il polo il 18 gennaio 1912, un mese dopo Amundsen. Tutti i componenti della spedizione morirono però sulla via del ritorno per il freddo. 
Scott, Walter (Edimburgo 1771-Abbotsford 1832) Scrittore. Grande estimatore della tradizione popolare scozzese, raccolse poesie e scrisse poemetti narrativi ispirati al folclore scozzese, tra cui Canti giullareschi del confine scozzese (1802), I lai dell'ultimo menestrello (1805), La donna del lago (1810). Con Waverley (1814) iniziò a scrivere una lunga serie di romanzi storici, genere di cui è considerato l'iniziatore e in cui riversò contenuti pittoreschi e medievali. Tra le sue opere principali, Guy Mannering (1815), L'antiquario (1816), I puritani di Scozia (1816), Rob Roy (1818), Le prigioni di Edimburgo (1818), Ivanhoe (1820), Il talismano (1825). 
scòtta, sf. 1 Siero con cui si prepara la ricotta. 2 Delusione. 
scottànte, agg. Che brucia, ardente. ~ arroventato, bruciante. <> freddo, ghiacciato. 
scottàre, v. v. tr. 1 Provocare ustioni. la pentola rovente gli scottò la mano. 2 Offendere. quell'affermazione lo aveva scottato
v. intr. Emanare forte calore. la pentola scottava
v. intr. pron. 1 Bruciarsi. 2 Provare esperienze negative. si era già scottato con quella ragazza e non ne voleva più sapere
scottàta, sf. Azione dello scottare. 
scottàto, agg. 1 Bruciato, ustionato. 2 Deluso. 
scottatùra, sf. 1 Atto dello scottare o scottarsi. 2 La ferita prodotta dallo scottare o scottarsi. ~ ustione. 

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)