Novità del sito: Mappe antiche

stòrto, agg. e avv. agg. 1 Non diritto. ~ obliquo. guardare storto qualcuno, lanciargli occhiate di disapprovazione. 2 Sbagliato, falso. <> esatto, preciso. 
avv. In modo obliquo, non diritto. 
stortùra, sf. 1 L'essere storto. 2 Ragionamento non lineare, poco logico. 
Stoss, Veit (Horb 1437/47-Norimberga 1533) Scultore tedesco. Tra le opere Morte della Vergine e Incoronazione (1477-1489, Cracovia, Santa Maria) e Salutazione angelica (1517-1518, Norimberga, St. Lorenz). 
Stout, Rex (Noblesville, Indiana 1886-1975) Romanziere statunitense. Tra le opere Due rampe per l'abisso (1929) e Nero Wolfe e i ragni d'oro (1953). 
stovìglie, sf. pl. L'insieme dei piatti e del vasellame utilizzato in tavola o in genere in cucina. 
stoviglierìa, sf. 1 L'insieme delle stoviglie. 2 Fabbrica di stoviglie. 
Stowe, Harriet Beecher (Lichtfield, Connecticut 1811-Hartford, Connecticut 1896) Scrittrice statunitense. Tra le opere La capanna dello zio Tom (1852). 
stozzàre, v. tr. 1 Lavorare con lo stozzo. 2 Eseguire scanalature sul metallo. 
stozzatrìce, sf. Macchina utensile utilizzata per fare scanalature sul metallo. 
stòzzo, sm. Cesello utilizzato per fare scanalature sul metallo. 
Stra Comune in provincia di Venezia (6.710 ab., CAP 30039, TEL. 049). 
stra- Primo elemento di parole composte usato con il significato di al di là o al di fuori o che indica eccesso, esagerazione o l'eccessivo ripetersi di un'azione. 
strabenedìre, v. tr. 1 Benedire con enfasi, con entusiasmo. 2 Mandare al diavolo. ~ maledire. 
stràbico, agg. e sm. agg. Che è affetto da strabismo. ~ guercio. 
sm. Chi è affetto da strabismo. 
strabiliànte, agg. Sorprendente, che suscita meraviglia. 
strabiliàre, v. v. tr. Suscitare grande meraviglia, sorpresa. 
v. intr. Essere sorpreso, sbalordito. 
strabiliàto, agg. Sorpreso, meravigliato. ~ esterrefatto. 
strabìsmo, sm. Difetto di parallelismo dei due assi oculari, che provoca un'alterazione della visione binoculare. Può essere causato dalla paralisi di uno o più muscoli di un occhio, soprattutto per lesioni del nervo oculomotore dovute a infiammazioni o a compressione da parte di neoformazioni endocraniche. Qualora appaia nel primo anno di vita, può essere la causa del mancato sviluppo dei meccanismi di coordinamento tra i movimenti dei due bulbi, in genere per patologia della retina o del cristallino. 
straboccàre, v. intr. Traboccare. 
strabocchévole, agg. Molto numeroso, in quantità elevata. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)