Novità del sito: Mappe antiche

strappaménto, sm. L'atto di strappare. 
strappàre, v. v. tr. 1 Levare con forza. il vento aveva strappato i pali della luce, li aveva sradicati. 2 Lacerare, stracciare. 3 Ottenere con molta insistenza. strappare un segreto, estorcerlo. 
v. intr. pron. Lacerarsi. strapparsi i capelli, disperarsi con rabbia. 
strappàta, sf. Il tirare con forza e improvvisamente. 
strappàto, agg. Che presenta strappi. 
strappatùra, sf. L'effetto di strappare. 
stràppo, sm. 1 Il tirare con forza e improvvisamente. a strappi, in più riprese.; fare uno strappo alla regola, non rispettarla in questa sola occasione. 2 Stiramento muscolare. 3 Squarcio. 4 Passaggio su un veicolo. 
strapuntìno, sm. Piccola seggiola pieghevole. 
strapùnto, sm. Materasso molto grossolano, pagliericcio. 
strarìcco, agg. (pl. m.-chi) Ricchissimo. 
straripaménto, sm. L'effetto di straripare. 
straripàre, v. intr. Uscire dagli argini. ~ tracimare, traboccare. <> scarseggiare. 
Strasbùrgo Città (250.000 ab.) della Francia, nell'Alsazia, capoluogo del dipartimento del Bas-Rhin, sulle rive del fiume Ill. Porto fluviale importantissimo per la Francia, è anche un notevole centro industriale, alimentare, chimico, della birra. Sede del parlamento europeo e del consiglio d'Europa, è anche tra i più rappresentativi centri culturali, amministrativi e finanziari del paese. Originariamente insediamento celtico, venne conquistata dai romani per divenire in seguito centro fortificato; venne annessa al Sacro Romano Impero nell'870, rimanendo tedesca fino alla conquista da parte di Luigi XIV nel 1681. Passata ai francesi, vi rimase fino al 1871 quando venne rioccupata dai tedeschi che la mantennero fino al 1918. Tra i monumenti più importanti, la cattedrale gotica di Notre-Dame (XII-XVIII sec.), Chateâu des Rohan (XVIII sec.), sede del Museo delle Belle Arti; Pont du Corbeau, quartiere Finkwiller. 
Giuramento di Strasburgo 
Giuramento prestato nell'842 da Ludovico il Germanico e Carlo il Calvo, con presenti i rispettivi eserciti e pronunciato in francese e in tedesco; il testo prevedeva l'impegno reciproco a combattere contro il fratello Lotario I. È tra i più antichi documenti delle due lingue. 
strascicaménto, sm. 1 Lo strascicare. 2 Il rumore prodotto dallo strascicare. 
strascicàre, v. v. tr. 1 Trascinare facendo strisciare per terra. strascicare i piedi, camminare senza sollevarli da terra. 2 Protrarre eccessivamente. 3 Pronunciare con lentezza e con fatica. 
v. intr. Toccare, fregare per terra. la tenda era troppo lunga e strascicava
v. rifl. Trascinarsi a stento. 
strascichìo, sm. 1 Uno strascicare prolungato. 2 Il rumore dello strascicare. 3 Voce strascicante. 
stràscico, sm. (pl.-chi) 1 L'atto di strascicare. 2 Parte che strascica a terra. lo strascico di un abito da sposa. 3 Conseguenza. lo strascico di quella discussione non si era ancora dissolto
strascicóni, avv. Strisciando per terra. 
strascinaménto, sm. Lo strascinare. 
strascinàre, v. v. tr. Trascinare con molta fatica. 
v. rifl. Trascinarsi con fatica. 
strascinàto, agg. Nella cucina del centro-sud d'Italia, di verdure che vengono bollite e poi passate in padella con aglio, olio e altri condimenti. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)