Enciclopedia

superficiàle, agg. e sm. agg. 1 Relativo alla parte di superficie. ~ esterno. 2 Che non approfondisce, generico. trattazione superficiale di un problema
sm. Persona che affronta con leggerezza, incostanza le varie questioni. non gli piacevano quegli atteggiamenti da superficiale
superficialità, sf. invar. L'essere superficiale. 
superficialménte, avv. In modo superficiale. 
superfìcie, sf. 1 Ogni estensione che presenta larghezza e lunghezza. 2 Parte estesa che delimita esternamente un corpo. 3 Esteriorità. 
superflùido, agg. e sm. Relativo all'elio-4 e all'elio-3 quando si trovano a temperatura inferiore al punto l e che dunque manifestano le proprietà della superfluidità. 
superfluità, sf. invar. Ciò che è superfluo, in eccedenza. 
supèrfluo, agg. e sm. agg. 1 Che non è necessario, che è in eccesso rispetto al bisogno. 2 Inefficace, inutile. 
sm. Ciò che risulta in eccesso, che non serve. 
Supèrga Località del Piemonte, posta sul colle di Superga, appartenente ai comuni di Torino e di Baldissero Torinese. Vi si trova la basilica, iniziata da Filippo Juvera nel 1715 in memoria della vittoria i Eugenio di Savoia sui francesi del 1706 e in cui sono sepolti molti dei Savoia. 
supergigànte, agg. e sm. agg. Che ha dimensione superiore a quella delle stelle dette giganti. 
sm. Gara dello sci che presenta caratteristiche intermedie fra lo slalom gigante e la discesa libera. 
Stelle con raggio e massa enormemente maggiori di quelle solari. Sono localizzate nella parte più alta della sequenza principale a grandi valori di luminosità e massa. 
sùper-io, sm. invar. In psicanalisi, secondo Freud, una delle tre istanze psichiche dell'apparato mentale. Può essere considerato corrispondente alla coscienza morale. Si sviluppa durante l'infanzia, tra i cinque e i sei anni, attraverso processi d'identificazione attuati dal bambino nei confronti dei genitori, i quali ai suoi occhi appaiono come l'autorità morale. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)