Enciclopedia

tagliàto, agg. 1 Reciso, diviso. l'erba tagliata emanava un gradevole profumo. 2 Caratterizzato da una barra diagonale. 3 Che ha predisposizione naturale per una certa cosa. non era tagliato per quella vita selvaggia. 4 Colpito di taglio. palla tagliata, con forte effetto nello sport. 
tagliatóre, agg. e sm. agg. Che taglia. 
sm. Chi effettua lavori di taglio. 
tagliatrìce, sf. Macchina che effettua tagli, in particolare utilizzata per la perforazione della roccia nelle cave. 
tagliatùbi, sm. Strumento per tagliare i tubi in metallurgia; l'organo tagliente è formato da una o più lame rotanti. 
tagliatùra, sf. 1 L'effetto del tagliare. 2 La zona in cui è stato fatto un taglio. 
tagliaùnghie, sm. Arnese dalle lame affilate utilizzato per accorciare le unghie. 
tagliavènto, sm. invar. 1 Dispositivo a V che si mette davanti ad alcune locomotive per diminuire la resistenza dell'aria. 2 Randa di fortuna utilizzata un tempo dalle golette. 
Tagliavìni, Ferrùccio (Barco, Reggio nell'Emilia 1913-Reggio nell'Emilia 1995) Tenore italiano. Esordì nella Bohème nel 1939 ed ebbe molti successi grazie al suo raffinato stile vocale. 
Tagliavìni, Luìgi Fernàndo (Bologna 1929-) Organista e clavicembalista italiano. Rinomato concertista ha fondato e diretto la rivista Organo. Tra le revisioni musicologiche ha scritto Studi su testi delle ballate sacre di Bach (1960). 
tagliazòlle, sm. Macchina agricola utilizzata per rivoltare la superficie di un campo, aratro. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)