Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per regione, provincia e giorno

Enciclopedia

Tardèlli, Màrco (Capanne di Careggine, Lucca 1954-) Calciatore italiano. Ha vinto 5 scudetti, 2 coppe Italia, una coppa UEFA, una coppa delle Coppe e una coppa dei Campioni con la Juventus ed è stato campione del mondo con la nazionale nel 1982. Ha successivamente intrapreso la carriera di allenatore. 
tardenoisiàno, agg. e sm. Facies culturale del Mesolitico caratterizzato da strumenti di pietra di piccole dimensione e di forma geometrica. 
tardézza, sf. L'essere tardo. 
tàrdi, avv. di tempo 1 Oltre, dopo il termine di tempo stabilito. quell'avviso gli giunse troppo tardi. 2 A ora avanzata. faceva sempre tardi al lavoro. 3 Dopo molto tempo. 
Tardieu, André-Pierre-Gabriel-Amedée (Parigi 1876-Mentone 1945) Politico e scrittore francese. Eletto deputato del parlamento francese nel 1914, nella prima guerra mondiale fu prima ufficiale e poi commissario agli affari bellici franco-americani (1917-1918), conquistandosi infine la partecipazione alla conferenza di pace di Parigi. Dal 1926 ottenne diversi ministeri e fu nominato primo ministro nel 1929 e nel 1932. Tra le opere, La France et les alliances (1908) e La paix (1921). 
Tardìgradi Tipo della classificazione del regno animale, sottoregno dei Metazoi, in cui figurano piccoli animaletti non più lunghi di un millimetro, a corpo ovale e muniti di quattro arti corti; abitano fango e terriccio umido, acque dolci e marine per un totale di 180 specie. 
tardìgrado, agg. Che si muove lentamente. 
tardività, sf. invar. L'essere tardivo. 
tardìvo, agg. 1 Che ritarda. 2 Che viene dopo, troppo tardi e quindi inefficace. 
tàrdo, agg. 1 Non svelto, né agile. ~ lento. 2 Di poco ingegno, poco sveglio. 3 Tardivo. 4 Inoltrato nel tempo. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)