Enciclopedia

trasfóndere, v. tr. Operare una trasfusione di liquidi. 
trasformàbile, agg. Che si può trasformare. 
trasformabilità, sf. invar. L'essere trasformabile. 
trasformàre, v. v. tr. 1 Far cambiare la forma esteriore, la natura di un oggetto. quella ragazza lo aveva trasformato in peggio. 2 Mettere a segno una trasformazione nel rugby. non riuscž a trasformare neanche una meta
v. intr. pron. Mutarsi nella forma o nella nautra. 
trasformàto, agg. Che ha cambiato forma, natura. 
trasformatóre, agg. e sm. agg. Che trasforma. 
sm. e sf. 1 Chi trasforma. 2 Macchina elettrica. 
trasformazionalìsta, agg. (pl. m.-i) Nella locuzione ipotesi trasformazionalista che indica una posizione della grammatica generativa che considera aggettivi, nomi e verbi derivati come prodotti della componente trasformazionale. 
trasformaziòne, sf. 1 modificazione, cambiamento, specialmente lento e graduale, di forma, aspetto, caratteristiche o qualità • la t. di una città, di un paesaggio, di un progetto, la personalità del ragazzo ha subito in questi anni una netta t. 2 (chim.) processo per cui una sostanza, in seguito a una reazione chimica, muta in uníaltra • t. dello zucchero in alcol 3 (fis.) in termodinamica, mutamento delle variabili di stato, pressione, volume, temperatura di un corpo o di un sistema 4 (mecc.) specialmente al plurale, passaggio da un sistema di coordinate a un altro 5 (biol.) modificazione della costituzione genetica, specialmente di un batterio 6 (mat.) funzione tra strutture matematiche di vario tipo 7 (ling.) nella grammatica generativa, operazione che, secondo determinate regole, converte la struttura sintattica di una frase in un'altra 8 (sport) nel rugby, tiro in porta che si effettua dopo aver conseguito una meta e che, se realizzato, comporta due punti
In fisica è il mutamento determinato dalla variazione dei parametri caratterizzanti le condizioni di un sistema materiale. Una trasformazione si dice aperta quando stato iniziale e stato finale di un sistema sono diversi; si dice chiusa quando i due stati, iniziale e finale, sono uguali. La trasformazione è reversibile quando, senza apportare mutazioni all'ambiente circostante, si può ricondurre il sistema alla sua condizione iniziale. La reversibilità è solo teorica in quanto in natura tutte le trasformazioni sono irreversibili
In matematica abbiamo: trasformazioni geoemetriche ,...
Trasformazioni e simboli della libido Opera di psicologia di C. G. Jung (1912). 
trasformìsmo, sm. 1 Pratica politica che consiste nel formare maggioranze variabili di governo, indipendentemente dagli schieramenti tradizionali degli uomini che la compongono. 2 Evoluzionismo. 
Termine usato per indicare la linea politica adottata da Depretis che prevedeva la collaborazione della destra e della sinistra per evitare la formazione di una forte opposizione nella risoluzione di problematiche rilevanti. 


Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Per contattare la redazione di Blia.it potete scrivere a: infoblia@gmail.com (attenzione, blia.it non ha nessun rapporto con banche, scuole o altri enti/aziende, i cui indirizzi sono visualizzati al solo scopo di rendere un servizio agli utenti del sito)