Enciclopedia

vasistas, sm. invar. Battente a vetri posto al di sopra di finestre o porte, con la base inferiore incernierata e quella superiore apribile verso l'interno. 
Vasmer, Max (Pietroburgo 1886-Berlino 1962) Linguista tedesco di origine russa. Docente a Lipsia, Stoccolma e Berlino, collaborò alla Zeitschrift für slavische Phylologie (Rivista di filologia slava). Tra le opere Russisches etymologisches Wörterbuch (Dizionario etimologico russo, 1958). 
vàso, sm. 1 Recipiente di varia forma e materiale, talora ornamentale. ~ ampolla, anfora. 2 Contenitore a forma di cilindro per alimenti. ~ barattolo. 3 In anatomia i vasi sono i condotti tubolari attraverso i quali scorre il sangue (vasi sanguigni), la linfa (vasi linfatici) o che servono a convogliare all'esterno i gameti (vasi deferenti). 4 In botanica elemento del tessuto vascolare delle piante Tracheofite attraverso il quale passa la linfa grezza. 
Vaso di Pandora, Il Dramma di F. Wedekind (1904). 
vasocostrittóre, agg. e sm. Detto di ciò che ha la proprietà di restringere i vasi sanguigni. 
vasocostrizióne, sf. Diminuzione del calibro dei vasi sanguigni. 
vasodilatatóre, agg. e sm. Detto di ciò che ha la proprietà di dilatare i vasi sanguigni. 
vasodilatazióne, sf. Aumento del calibro dei vasi sanguigni. 
vasomotilità, sf. L'attitudine dei vasi sanguigni a modificare le proprie dimensioni. 
vasomotóre, agg. Detto di nervo o centro nervoso che determina fenomeni di vasomotilità. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)