Novità del sito: Covid19 - Contagi in Italia divisi per provincia e giorno

Enciclopedia

UCE Sigla di Unità di Conto Europea. 
UCEI Sigla di Ufficio Centrale per l'Emigrazione Italiana. 
Uchiura, Bàia di Insenatura del Giappone, nella costa sudoccidentale dell'isola di Hokkaido, sull'oceano Pacifico. 
UCII Sigla di Unione delle Comunità Israelitiche Italiane. 
UCIIM Sigla di Unione Cattolica Italiana Insegnanti Medi. 
Ucràina Repubblica dell'Europa orientale; confina a nord con la Bielorussia, a nord-est e a est con la Russia, a ovest con la Polonia, la Repubblica Slovacca, l'Ungheria, la Romania e la Moldavia, a sud, per un breve tratto, ancora con la Romania ed è bagnata a sud dal mar Nero. 
Il territorio è prevalentemente costituito da un'ampia zona del bassopiano sarmatico, che si interrompe, a ovest, con il ripiano Podolico e a sud-est, con le Alture del Donec. All'estremità sudoccidentale si innalzano le catene dei Carpazi e, all'estremità meridionale, i monti della Crimea. 
Le coste sono generalmente basse e lagunose, soprattutto alla foce dei fiumi, come quella del Danubio, al confine con la Romania; altri fiumi importanti sono il Dnestr, al confine con la Moldavia, il Bug meridionale, il Dnepr, lungo il cui corso sono stati ricavati grandi bacini per l'irrigazione e l'energia elettrica, e il Donec, tributario del Don. 
Il clima è semicontinentale, con temperature molto rigide in inverno; temperate sono invece le coste del mar Nero. Le precipitazioni si fanno più scarse procedendo da ovest verso est. 
La capitale è Kiev; altri centri importanti sono Odessa, con un notevole porto sul mar Nero, Lvov, Krivoj Rog e Harkov. 
Una delle principali risorse del paese è l'agricoltura, favorita dalla caratteristica terra nera, assai fertile; si producono cereali, barbabietole da zucchero, patate, semi di girasole, prodotti ortofrutticoli, tabacco. Notevole è anche il patrimonio zootecnico, bovini e suini in particolare. 
Ingenti sono le risorse minerarie, soprattutto carbone, lungo il bacino del Donec, minerali di ferro, gas naturale, petrolio, manganese. 
L'industria è particolarmente attiva nei settori siderurgico, metallurgico (acciai), meccanico (locomotive), chimico, del legno e della carta (vaste foreste si stendono nella parte settentrionale del paese), conciario e alimentare. 
La disgregazione dell'Unione Sovietica ha provocato un brusco tracollo economico di molte fasce di popolazione, che richiederà l'adozione di misure speciali di intervento e significativi cambiamenti dell'assetto produttivo. 
STORIA Dal IX al XII sec. si sviluppa lo stato di Kiev. Nel XII sec. la Galizia-Volinia raccoglie le tradizioni di Kiev. Negli anni 1238-1240 la conquista mongola devasta la regione. Nel XIII-XIV sec. la Lituania e la Polonia annettono tutte le regioni nelle quali si era sviluppata la civiltà ucraina, con la sola esclusione della Rutenia subcarpatica sotto dominazione ungherese dall'XI sec. Nei secoli XV-XVI si organizzano sul Don e sul Dniepr comunità cosacche. Nel 1654 l'atamano Khmelnitski si pone sotto il protettorato della Moscovia. Nel 1667 l'Ucraina è suddivisa tra la Polonia e la Russia. 
Nel 1709 Pietro il Grande sconfigge a Poltava l'atamano Mazeppa che aveva cercato di costituire un'Ucraina riunificata e indipendente. Nel 1764 l'atamanato è abolito da Caterina II. Negli anni 1793-1795, a seguito della suddivisione della Polonia, tutta l'Ucraina è sotto il dominio degli imperi russo e austriaco. Tra la fine del 1917 e l'inizio del 1918 viene creata dai bolscevichi, a Kharkow, una repubblica sovietica, mentre una repubblica indipendente è proclamata dai nazionalisti. Negli anni 1919-1920 le armate russe bianche e quindi successivamente i polacchi intervengono in Ucraina. Dal 1922 la repubblica sovietica di Ucraina aderisce all'Unione sovietica. 
Nel 1939-1940 l'URSS annette i territori polacchi popolati di ucraini oltre alla Bucovina del nord e alla Bessarabia. Durante la seconda guerra mondiale un regime di occupazione molto rigoroso è imposto dai nazisti. Nel 1945 l'Ucraina si espande con la Rutenia subcarpatica. Nel 1954 viene unita anche la Crimea. 
Nel 1990 i comunisti vincono le prime elezioni repubblicane libere. L'anno successivo il Soviet Supremo proclama l'indipendenza del paese (agosto) che aderisce alla CSI. Il comunista Leonid Kravtchouk è eletto alla presidenza della repubblica. Conflitti di interessi oppongono l'Ucraina alla Russia, in particolare sullo statuto della Crimea e sul controllo della flotta nel mar Nero. Nel 1994 un accordo sullo smantellamento dell'arsenale nucleare situato in Ucraina viene firmato da L. Kravtchouk, B. Eltsin e B. Clinton. L. Koutchma, favorevole al riavvicinamento con la Russia è eletto presidente della repubblica. 
Abitanti-51.640.000 
Superficie-603.700 km2 
Densità-85,5 ab./km2 
Capitale-Kiev 
Governo-Repubblica presidenziale 
Moneta-Grivna 
Lingua-Ucraino, russo 
Religione-Ortodossa, cattolica uniate 
ucraìno, o ucràino, agg. e sm. agg. Dell'Ucraina. 
sm. 1 Nativo o abitante dell'Ucraina. 2 Lingua parlata in Ucraina. 
Ucrìa Comune in provincia di Messina (1.646 ab., CAP 98060, TEL. 0941). 
Udaipur Città (233.000 ab.) dell'India, nello stato di Rajasthan. Capoluogo del distretto omonimo. 
UDC Sigla di Universal Decimal Classification (classificazione decimale universale). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)