Novità del sito: Mappe antiche

Bali Isola e provincia dell'Indonesia (5.561 km2, 2.782.000 ab., capoluogo Denpasar) a est di Giava, dalla quale è divisa dall'omonimo stretto. Il suo territorio montuoso è costellato di vulcani (massima cima Agung, 3.142 m); presenta vaste distese di foreste e campi coltivati a riso, cotone, tabacco, palme da cocco, canna da zucchero e caffè; diffuso è l'allevamento. Gli olandesi la occuparono tra il 1845 e il 1849. La popolazione presenta tratti somatici e cultura tipicamente indonesiani; il folclore è rappresentato, in particolare, dalle caratteristiche danze, dalle orchestre composte di numerosi strumenti e dalle rappresentazioni che usano maschere da teatro prodotte artigianalmente. 
Bali, mar di 
Mare (119.000 km2) dell'Indonesia. 
balìa (1), sf. 1 Autorità, potere assoluto, potestà di governo. ~ dominio, giogo. 2 loc. in balia di, in potere, alla mercé. 3 Nei comuni medievali magistratura collegiale straordinaria con poteri eccezionali. 
bàlia (2), sf. 1 Donna che allatta un bambino di altri. ~ nutrice. 2 Donna prosperosa. ~ maggiorata. 3 Nella locuzione balia asciutta, donna che si occupa di un bambino senza doverlo allattare. 
baliàggio, sm. Grado del balì, ufficio del balì. 
baliàtico, sm. 1 Compito della balia e suo salario. 2 Bambino affidato alla balia. 
baliàto, sm. 1 Ufficio del balivo. 2 Cerchia territoriale entro la quale si esercitavano i poteri del balivo. 3 Il complesso dei poteri del balivo. 
Balikesir Città (172.000 ab.) della Turchia, capoluogo della provincia omonima (979.000 ab.). 
Balikpapan Città (309.000 ab.) dell'Indonesia, nella provincia di Kalimantan Orientale. 
Balìlla (1729-1781) Giambattista Perasso. Ragazzo genovese che diede inizio (Che l'inse!) alla rivolta che nel 1746 liberò la città dagli austriaci, lanciando un sasso contro un ufficiale. Durante il fascismo divenne simbolo di patriottismo. 
balìlla, sm. e sf. invar. sm. invar. Al tempo del fascismo, ognuno dei ragazzi tra gli otto e i quattordici anni organizzati in formazioni a carattere paramilitare. L'appellativo deriva dal soprannome del patriota genovese. 
sf. invar. Nome commerciale di automobile utilitaria italiana degli anni '30. 
Balint, Micheal (Budapest 1896-Londra 1970) Psichiatra e psicoanalista britannico di origine ungherese. Ideò un metodo di confronto tra i terapisti basato su riunioni periodiche allo scopo di confrontare il comportamento verso i pazienti. 
bàlio, sm. Marito della balia. 
balipèdio, sm. Campo sperimentale di tiro, nel quale si eseguono prove e collaudi per armi da fuoco, specialmente artiglierie. 
balìsta, sf. Specie di balestra atta a lanciare sassi o grossi dardi. 
balìstica, sf. Parte della fisica applicata che studia il moto di proiettili e missili, dal lancio, alla traiettoria agli effetti sul bersaglio. La traiettoria discendente dei missili balistici, non valutando le forze della resistenza atmosferica, è associabile a una parabola per cui può essere calcolata per mettere in atto un sistema di difesa con missili antimissile. Relativamente ai proiettili, si distinguono una balistica interna, che si occupa dei fattori propulsivi, delle spinte dei gas e della condotta del proiettile fino alla sua uscita dalla canna, una balistica esterna, che si occupa invece del comportamento del proiettile dall'uscita dalla canna fino al punto d'impatto (studio della traiettoria) e una balistica terminale, che prende in esame gli effetti che il proiettile provoca sul bersaglio. 
balìstico, agg. Della balistica. 
balistìte, sf. Esplosivo da lancio composto da una miscela in parti uguali di nitrocellulosa e nitroglicerina. 
balistocardiografìa, sf. Studio dei movimenti vibratori interni impressi al corpo dai movimenti cardiaci. 
balistocardiògrafo, sm. Apparecchio per la registrazione delle vibrazioni cardiache interne. 
balistografìa, sf. Registrazione grafica delle vibrazioni trasmesse dalle pulsazioni cardiache al resto del corpo. 
<< indice >>

 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)