Enciclopedia

uscènte, agg. 1 Che esce. 2 Di persona che lascia un ufficio, una carica. 3 Di parola che ha una determinata terminazione. 4 Che sta per finire. 
uscière, sm. (f.-a) 1 Impiegato d'ordine negli uffici con l'incarico di dare informazioni, prestare servizi agli impiegati, indirizzare il pubblico ecc. 2 Ufficiale giudiziario. ~ messo. 3 Portiere. ~ custode. 4 Antica nave da trasporto per cavalli. 
ùscio, sm. 1 Porta. ~ soglia. 2 Varco. ~ passaggio. 
Ùscio Comune in provincia di Genova (2.251 ab., CAP 16030, TEL. 0185). 
uscìre, v. intr. 1 Andare fuori da un luogo chiuso o circoscritto. ~ andarsene. <> entrare. uscire di mente, dimenticare. 2 Andare fuori dal luogo in cui ci si trova, andare fuori di casa. 3 Andare fuori, a spasso. 4 Di cose o sostanze in movimento, venire fuori. ~ schizzare. 5 Allontanarsi da un gruppo di persone. 6 Sorgere. 7 Saltare fuori in modo brusco e inaspettato. ~ sbucare. da dove era uscito quel tizio? 8 Concludere l'attività, l'occupazione che si svolge in un determinato luogo. 9 Andare fuori dallo spazio o livello entro cui qualcosa dovrebbe restare. ~ deviare, traboccare. 10 Cessare di vivere una certa esperienza. 11 Finire di essere in una data condizione, materiale o morale. 12 Esclamare. ~ sbottare. 13 Di cose, manifestarsi, venir fuori. ~ apparire, sporgere. 14 Avere origine. ~ provenire. 15 Di scritti, venire pubblicato. 16 Essere sorteggiato. 17 Nel calcio, compiere un'uscita. 18 Venire di conseguenza. ~ derivare. 19 Esulare. ~ eccedere. 20 Superare un limite. 21 Provenire per nascita. ~ nascere. 22 Essere fabbricato, foggiato, creato. 23 Avere desinenza, terminazione. 24 Risultare. ~ comparire. 
uscìta, sf. 1 L'uscire. libera uscita, permesso concesso per allontanarsi da un luogo. 2 Luogo attraverso il quale si esce. ~ passaggio. uscita di sicurezza, utilizzabile in caso di pericolo per sgombrare velocemente un luogo. 3 Spesa. 4 Frase o battuta improvvisa e imprevista. ~ lazzo. ebbe un'uscita infelice. 5 Entrata in scena. 6 Sortita militare. 7 Nel calcio, azione del portiere che supera la linea della porta per intercettare un pallone. 8 L'erogazione di una somma e la somma erogata. <> entrata. 9 Terminazione di un vocabolo. 10 Deflusso. <> afflusso. 11 Esito. 12 Output. 
Uscita di sicurezza Saggio di I. Silone (1955). 
uscòcco Termine derivante dal serbo croato uskok (fuggiasco), indicante i guerrieri balcanici e ungheresi che, dopo la disfatta ungherese del 1526 a opera dei turchi, si trasferirono tra Fiume e Zara e da lì, favoriti dall'Austria, continuarono a lottare contro l'invasore. Gli uscocchi si dedicarono alla pirateria nel mar Adriatico, causando la guerra degli uscocchi tra Venezia, minacciata nei suoi interessi commerciali, e l'Austria, con la vittoria della prima e la promessa della seconda di far cessare le attività piratesche. 
Usellìni, Gianfilìppo (Milano 1903-Arona 1971) Pittore. Tra le opere Il coro a tre voci (1931, Milano, Galleria d'Arte Moderna). 
Usèllus Comune in provincia di Oristano (993 ab., CAP 09090, TEL. 0783). 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)