Enciclopedia

usucapióne, sf. Istituto giuridico che permette di acquistare a titolo originario e non derivativo dal precedente proprietario, una proprietà o un altro diritto reale di godimento di un bene mobile o immobile, per effetto del possesso continuato del bene stesso nel tempo. Si esclude il caso in cui il bene sia stato ottenuto con atti violenti o clandestinamente. Il possesso si verifica dopo un numero di anni che varia a seconda che il bene sia mobile o immobile e che esista o no un titolo idoneo al trasferimento della proprietà. 
usucapìre, v. tr. Acquistare per usucapione. 
usufruìbile, agg. Che si può usare. ~ utilizzabile. 
usufruìre, v. intr. 1 Avere o godere di un usufrutto. ~ beneficiare, sfruttare. 2 Servirsi di una cosa per proprio vantaggio; giovarsi. ~ approfittare. 
usufrùtto, sm. Il diritto di godere i frutti di una cosa di proprietà di altri per legge o per contratto. ~ comodato, sfruttamento. 
usufruttuàrio, sm. Chi gode l'usufrutto. 
Usulután Città (63.000 ab.) dell'El Salvador, nella Zona Orientale, ai piedi del vulcano omonimo. Capoluogo del dipartimento omonimo. 
Usumacinta Fiume (1.100 km) dell'America Centrale. Nasce dall'altopiano del Guatemala e sfocia nel golfo di Campeche. 
usùra, sf. 1 Consumo della superficie di un oggetto a causa di uso, utilizzo prolungato o sfregamento. 2 Logoramento. ~ consunzione. 3 Interesse di un capitale dato in uso, in prestito. 4 Interesse eccessivo sul denaro dato in prestito. 
usuràio, sm. 1 Chi presta denaro a usura. ~ strozzino. 2 Persona molto avida e avara. ~ profittatore. 

Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)