Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Blia.it

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate


Blia.it

Novità del sito: Candidati elezioni politiche italiane 2018

  

Condividi questa pagina su Facebook 

Condividi su Google Plus

Novità del sito: Candidati elezioni politiche italiane 2018


Oggi è domenica 9 maggio 2016, il sole sorge (a Roma *) alle ore 4 e 54 minuti e tramonta alle ore 19 e 18 minuti (l'almanacco di domani lo trovate qui, l'archivio invece è qui)

Ricorrenze (da Wikipedia)

Nati

Le prime pagine dei quotidiani CORRIERE DELLA SERA, GIORNALE, MESSAGGERO, REPUBBLICA, SOLE 24 ORE, STAMPA, UNITA`, del giorno 09/05 del 2010 2011 2012 2013

Un piatto al giorno (dal Televideo RAI)

* * MISTICANZA CON PURE' DI FAVE Dosi per 4: 1kg di misticanza di campo, 350g di fave secche decorticate, olio e.v. d'oliva, sale. Tenere a bagno le fave per 1/2 h, quindi lessarle in acqua salata finché diventano un purè. Frattanto pulire,lavare e lessare la misticanza in poca acqua salata. Servire su un piatto piano la misticanza ben sgocciolata con accanto una porzione di purè di fave Condire con un filo d'olio crudo. pagina=578">578 Cucina pagina=580">580 Sapori ritrovati

Cinque voci scelti a caso dall'enciclopedia


CISAL Sigla della Confederazione Italiana Sindacati Autonomi Lavoratori, organizzazione sindacale fondata nel 1957. 
fruttàre, v. tr. e intr. 1 Fare frutto. ~ produrre. il lavoro dell'inverno ha fruttato i primi risultati, finalmente! 2 Rendere frutto. ~ procurare. 3 Produrre un vantaggio economico, rendere interesse. cercava di far fruttare i suoi risparmi, investendo in Borsa
ìnca, sm. e sf. invar. Termine che indica re e principi di stirpe regia peruviani discendenti dal re Manco Capac e da Mama Odllo, i quali governarono l'impero Inca dal 1450 al 1533. L'impero fu costituito a partire dal XV sec. da un piccolo clan della provincia di Cuzco (Perú), il quale estese il proprio potere ai territori adiacenti delle Ande centrali. I principali artefici dell'espansione furono il re Topa Pachacutec (1438-1471), il quale conquistò gli altipiani boliviani, la costa del Perú e parte del Cile settentrionale e dell'Argentina nordoccidentale. Huayna Capac (1493-1525) estese l'impero a nord fino alla Colombia, controllando così tutta la fascia costiera dell'oceano Pacifico e parte del Cile, tutta la Bolivia e l'Argentina settentrionale. Dalla morte di Huayna l'impero cominciò a declinare a causa delle rivalità tra i figli Huascar e Atahualpa, che portarono alla guerra civile vinta dal secondo. Nel 1531 il conquistatore spagnolo F. Pizarro, che arrivava dal Messico con pochi uomini, attirò Atahualpa in un tranello e lo fece uccidere. Seguì un periodo nel quale gli spagnoli mantennero formalmente al potere i sovrani inca nella figura di Manco Capac, ma cercarono di soppiantare le tradizioni indigene, stroncando tutte le ribellioni locali, la prima delle quali fu capeggiata dallo stesso Capac e l'ultima da J. G. Condorcanqui (1780-1781) che si fece chiamare Tupac Amaru come l'ultimo imperatore (1571). La struttura politica dell'impero vedeva al vertice la famiglia reale. L'imperatore manteneva autorità politica e militare assoluta ed era considerato una divinità. Egli sposava una sorella per mantenere intatta la purezza della specie. La religione si basava sul culto del dio Sole (Inti). L'economia si basava in prevalenza sull'agricoltura. Gli inca producevano oggetti in ceramica e legno e tessuti dai disegni geometrici ancora in uso. Importante anche l'artigianato di oreficeria. Gli inca non sapevano scrivere e come lingua parlata adottarono il quechua, usato nella regione di Cuzco. In arte si risente l'influenza delle culture precedenti di Chavín, di Chimú e di Tiahuanaco. Gli inca costruirono grandi cinte murarie ed edifici disposti a terrazze, privi di elementi decorativi, in mattoni e argilla lungo le coste o in conci di pietra sovrapposti a secco. Da ricordare le maestose città fortezza di Colquampata, Kenco, Machu Picchu, Ollantaytambo, Pisac e Sacsahuaman, costruite su modello di Cuzco e a essa collegate tramite un sistema viario estremamente avanzato. 
RègoloLa stella più splendente della costellazione del Leone, di colore bianco azzurro, con magnitudine 1,3. 
tintinnìre, v. intr. Tintinnare. 

indice

* gli orari di alba e tramonto di altre città li puoi trovare alla pagina calendario solare