Blia.it NON utilizza cookie (v. informativa)

Pagine principali

(clicca sul titolo per altri link o qui per il menu completo)

libri on line

firma digitale e cns

Esperimenti con HTML5

Link

Logo Blia.it

Logo Saela.eu

Logo Neapolis Rai
Blia.it su Neapolis (Rai)

Opensignature

NO Bitcoin

Innovatore.it

Sixthlane

Road Trip Italy

Sandro Leggio

Centro Ibleo di Atletica Leggera

Logo ASD Libertas Acate
ASD Libertas Acate


Blia.it

Novità del sito: Geo Post Code, il codice per identificare gli indirizzi

  

Condividi questa pagina su Facebook 

Condividi su Google Plus

Novità del sito: Candidati elezioni politiche italiane 2018


Oggi è venerdì 24 novembre 2016, il sole sorge (a Roma *) alle ore 7 e 8 minuti e tramonta alle ore 16 e 45 minuti (l'almanacco di domani lo trovate qui, l'archivio invece è qui)

Ricorrenze (da Wikipedia)

Nati

Le prime pagine dei quotidiani CORRIERE DELLA SERA, GIORNALE, MESSAGGERO, REPUBBLICA, SOLE 24 ORE, STAMPA, UNITA`, del giorno 24/11 del 2010 2011 2012

Un piatto al giorno (dal Televideo RAI)

* * TRIPPA IN UMIDO ALLA MODENESE Dosi per 4: 1 kg di trippa, 4 cipolle, 3 carote, 3 coste di sedano, alloro, rosmarino,salvia, aglio, prezzemolo, cannella, chiodi di garofano, bacche di ginepro, 4 pomodori pelati, parmigiano grattugiato,olio e.v. d'oliva,sale,pepe Cuocere 2h la trippa in abbondante acqua salata con 2 cipolle, 2 coste di sedano, 1 carota, erbe, spezie. Brasare nell'olio un trito di 2 cipolle,2 carote, 1 costa di sedano, 1 spicchio d'aglio, prezzemolo. Unire la trippa a a strisce e cuocere,aggiungendo i pelati, un po' del suo brodo, pepe. Rifinire col formaggio. pagina=578">578 Cucina pagina=580">580 Sapori ritrovati

Cinque voci scelti a caso dall'enciclopedia


Anomùri Gruppo di Crostacei Decapodi marini e d'acqua dolce a cui appartiene il paguro. 
concittadìno, sm. Che è della medesima città di altri. ~ compaesano. <> forestiero. 
Guinèa (stato) Repubblica dell'Africa occidentale, si affaccia sull'oceano Atlantico a ovest e confina con la Guinea Bissau a nord-ovest, col Senegal a nord, con il Mali a nord e a nord-est, con la Costa d'Avorio a sud-est, con la Liberia e la Sierra Leone a sud. 
Il territorio della Guinea è per lo più montuoso e collinare. 
Nella parte a sud-est del paese si innalza il massiccio dei monti Nimba (1.850 m), mentre a nord si trova il massiccio del Fouta Djalon (1.515 m). 
La fascia costiera presenta una riva molto frastagliata. 
I fiumi principali sono il Gambia e il Bafing, che hanno origine dai massicci Fouta Djalon, e il Niger, che nasce dai monti Loma e riceve vari affluenti (Milo e Tinkisso) prima di passare in territorio del Mali. 
Il clima è del tipo detto appunto guineano, con temperature elevate e precipitazioni copiose, fortemente influenzate dai monsoni nella stagione estiva. In inverno invece soffia l'harmattan, un vento aliseo secco di provenienza desertica. 
L'unica vera città è la capitale Conakry, sulla costa, nodo di comunicazione e centro industriale. 
Altri centri minori sono Kankan, Labè, Nzèrèkorè. 
Le risorse economiche sono principalmente l'agricoltura (cotone, noci di palma, ananas, sesamo, riso, miglio, arachidi, banane, caffè e agrumi) e lo sfruttamento forestale e del sottosuolo (bauxite in primo luogo, poi diamanti, ferro e oro). 
L'attività industriale si concentra in quella metallurgica, nella lavorazione del cotone, del tabacco e del tè. 
STORIA Nel XII sec., l'alta Guinea, popolata dai malinké, appartiene in parte all'impero del Mali. Il commercio è monopolio dei mercanti musulmani, i dioulas. Nel 1461-1462, l'arrivo dei portoghesi avvia la tratta degli schiavi, che persiste fino alla metà del XIX sec. Nel XVIII sec., i peuls, venuti nel XVI sec. dalle regioni periferiche, istituiscono nel centro del paese uno stato teocratico. I soussou, respinti verso la costa, sottomettono le popolazioni locali. Nella seconda metà del XIX sec., conquistatori musulmani, come Samory Touré, diventano padroni del paese nel quale si impone l'islam contro l'animismo dei malinké. La Francia inizia la conquista della regione. Nel 1889-1893 la Guinea diventa colonia francese. Nel 1895 essa è inserita nell'Africa Occidentale Francese. Nel 1898 la regione viene integrata nel Sudan francese. Nel 1904 l'Inghilterra cede alla Francia le isole di Los di fronte a Conakry. 
Nel 1952 il sindacalista Sékou Touré assume la guida del movimento nazionalista. Nel 1958, la Guinea opta per l'indipendenza immediata, rompendo i propri legami con la Francia. Per vincere il proprio isolamento, la Guinea forma con il Ghana e il Mali l'Unione degli Stati Africani. Nel periodo dal 1958 al 1974, il paese è sotto la guida dittatoriale di S. Touré; si verificano numerosi complotti e processi. Negli anni 1975-1978 il paese si riavvicina alla Francia. Alla morte di Sékou Touré, nel 1984, il colonnello Lansana Conté, nuovo capo di stato deve far fronte a gravi difficoltà economiche. Una nuova costituzione, approvata nel 1990, tramite referendum, mette fine al regime militare e introduce il multipartitismo. Nel 1993 L. Conté è confermato alla guida dello stato a seguito delle prime elezioni presidenziali pluraliste. 
Abitanti-6.700.000 
Superficie-245.857 km2 
Densità-27,2 ab./km2 
Capitale-Conakry 
Governo-Repubblica presidenziale 
Moneta-Franco della Guinea 
Lingua-Francese 
Religione-Musulmana, minoranze cristiane e animiste 
Magnàno Comune in provincia di Biella (381 ab., CAP 13050, TEL. 015). 
traducianésimo, sm. Dottrina teologica per la quale l'anima viene trasmessa dai genitori ai figli insieme al corpo. 

indice

* gli orari di alba e tramonto di altre città li puoi trovare alla pagina calendario solare